Omicidio Rea, perché Melania scelse un bagno distante venti minuti?

A parlare di Melania Rea, la donna ritrovata cadavere il 20 aprile nel Bosco delle Casermette a Ripe di Civitella, ma scomparsa due giorni prima da Colle San Marco, è stato questa sera Salvatore Parolisi, caporalmaggiore dell’esercito ma soprattutto marito della vittima. Fu lui poco dopo le 15 di lunedì 18 aprile a dare l’allarme per la scomparsa della ventinovenne, da cui l’uomo aveva avuto diciotto mesi prima la loro unica figlia, Vittoria.
Il militare oggi ha parlato a Chi l’ha visto?, il programma di Rai3 condotto da Federica Sciarelli. Parolisi ha tentato di ripercorrere con la mente quanto accaduto in quel maledetto pomeriggio, senza tuttavia accennare ai sospetti che, secondo alcune indiscrezioni, gli inquirenti potrebbero nutrire sulla sua persona, dopo aver notato alcuni strani ritardi nel raccontare dei dettagli potenzialmente utili alle indagini sull’omicidio.

Venti minuti per raggiungere un bagno? – Tra i particolari che hanno arricchito la versione dei fatti proposta da Salvatore Parolisi, un dettaglio ha lasciato spazio a qualche riflessione dubbiosa. Il caporalmaggiore, ricordando i minuti in cui iniziò a notare il fatto che la moglie stesse ritardando il ritorno dalla toilette in cui precedentemente si era diretta, ha dichiarato: “Lì per lì, non è che sia partito preoccupato, non sono andato nel panico, ho continuato a giocare con la bambina“.
L’uomo, confermando il fatto che il bagno che Melania avrebbe voluto raggiungere dista circa venti minuti a piedi dal punto in cui la famiglia si trovava, ha aggiunto che in un primo momento aveva pensato alla possibilità che la donna gli stesse facendo uno scherzo per metterlo in apprensione, ma poi, constatato che l’assenza perdurava da troppo tempo, ha iniziato a impensierirsi.
Dal particolare riguardante la distanza che separa il pianoro di Colle San Marco dai servizi igienici, verrebbe da chiedersi come mai l’uomo non si sia offerto di accompagnare Melania, ma soprattutto perché quest’ultima abbia deciso di attendere così a lungo prima di espletare i propri bisogni fisiologici.

S. O.