Grave malore per Lamberto Sposini: polemiche sulla lentezza dei soccorsi

Lamberto Sposini gravissime condizioni: è successo pochi secondi prima della consueta diretta pomeridiana, il noto giornalista e conduttore Lamberto Sposini si accingeva a condurre la puntata de La vita in diretta focalizzata sulle nozze del principe William d’Inghilterra e Kate Middelton.
Sposini ha avuto un malore inaspettato negli studi Rai di via Teluada a Roma intorno alle ore 14: si sarebbe accasciato perdendo sangue dalla bocca; immediatamente soccorso dai colleghi, il giornalista sarebbe stato prelevato dall’ambulanza circa 40 minuti dopo essersi sentito male alla volta dell’ospedale Santo Spirito di Roma presso il reparto di rianimazione.  Secondo quanto riporta l’agenzia Ansa, le sue condizioni sarebbero gravissime, alcune voci parlano di ictus e problemi di natura neurologica.

Diverse le notizie che la collega Mara Venier, la quale al momento sta portando avanti la diretta in maniera assolutamente professionale e composta, elargisce al pubblico rassicurandolo in merito alle condizioni dell’ex giornalista del tg 5. Prima di esporsi eccessivamente in merito la bionda conduttrice lancia uno sguardo inequivocabile agli autori, è chiaro che lei per prima necessiti di ricevere lumi prima di sbilanciarsi in termini positivi sulla salute di Lamberto Sposini. Nonostante la Venier si stia spendendo al fine di mantenere il clima festoso e leggero come si conviene ai temi trattati la tensione e la difficoltà sono, comprensibilmente, palpabili in studio.

Pare che i medici tenteranno un’operazione chirurgica finalizzata a tamponare l’estesa emorragia cerebrale che ha colpito il 59enne. Altro nodo da sciogliere concerne la dinamica dei soccorsi, pare, infatti che ci siano due versioni contrastanti sul tempo che l’ambulanza avrebbe speso prima di raggiungere e soccorrere Sposini. C’è chi asserisce di aver atteso per ben quaranta minuti ma l’Ares 118 ribatte dichiarando che i soccorsi sono arrivati in 19 minuti. La chiamata sarebbe giunta alla centrale alle 14,11, le ambulanze della zona erano però tutte impegnate in altri soccorsi, così la centrale ha inviato un’ambulanza che si trovava in una zona limitrofa.

Valeria Panzeri