MotoGP, Portogallo: Simoncelli comanda le libere. Rossi quarto

MotoGP, prove libere – I motori del motomondiale sono tornati finalmente a ruggire dopo il mese di pausa causa il posticipo della data in Giappone. Sul circuito dell’Estoril le prove libere hanno visto il netto dominio di Marco Simoncelli, ormai entrato a pieno titolo nella ristretta cerchia dei Top Driver e sempre più a suo agio con una Honda anche qui davvero competitiva. Il capelluto pilota non ha mai abbandonato il primo posto, riuscendo ad abbassare il crono man mano che il tempo passava sino ad un ottimo 1:37.663. Se questa forma verrà riproposta in qualifica e sopratutto in gara allora il podio, se non la vittoria, sono davvero alla portata.

Spagnoli inseguono – Dietro al “Sic” ecco la coppia iberica Lorenzo/Pedrosa, staccati rispettivamente da 61 e 64 millesimi di secondo. Un niente che sottolinea la già alta competitività e il grande spettacolo che vedremo nelle prossime sessioni. In particolare il campione del mondo in carica si è reso protagonista di un continuo crescendo che poi lo ha portato addirittura alla seconda posto, grazie al celebre feeling con questo tracciato (tre vittorie consecutive) oltre ad una fedele Yamaha che non patisce troppo la differenze di motore. Benissimo Dani, fresco di intervento alla spalla e già in grado di rimanere in cima alla classifica dei tempi. Il manico c’è, resta però da scoprire la durata fisica.

Rossi precede Stoner – Dietro a questo trio delle meraviglia vi è la Ducati numero quarantasei, in deciso recupero dopo le difficoltà tecniche e non dei primi due appuntamenti. La spalla di Valentino è al 90% della condizione così che il lavoro di messa a punto può procede più spedito e con meno intoppi. Le basi per costruire un appuntamento positivo vi sono, anche se la strada è tutta in salita. Quinto ma con lo stesso identico tempo di Rossi ecco Stoner, non in grado di dominare come al suo solito e dietro all’odiato rivale. Male Spies settimo e Dovizioso dodicesimo, nettamente in difficoltà rispetto ai suoi illustri compagni di box. Benissimo il settimo tempo del debuttante Abraham e il ritorno di Bautista con la Suzuki, finalmente in sella dopo l’infortunio del Qatar. Domani la pole regalerà intense emozioni.

Riccardo Cangini