Napoli: scontri all’università tra militanti di Casapound e dei collettivi, 4 feriti

Clima da anni di piombo. Una violenta rissa è scoppiata nella mattinata all’interno della facoltà di Lettere dell’Università Federico II di Napoli, in pieno centro storico partenopeo, tra militanti neofascisti di Casapound e studenti dei collettivi universitari. Il bilancio non è lieve: 4 giovani sono finiti all’ospedale, 3 con ferite provocate da coltellate e un altro con gravi lesioni alla testa. Gli agenti della Digos stanno svolgendo indagini per chiarire la dinamica dei fatti.

Versioni opposte. Non è ancora chiara la dinamica dell’accaduto. I collettivi di sinistra, che hanno già annunciato un corteo antifascista per le 16,  denunciano di essere stati aggrediti da un gruppo di giovani di Casapound, tra i quali anche uno armato di coltello. I militanti di estrema destra parlano, invece, diaggressione da parte degli antifascisti”, “armati con manici di piccone”. Il giovane di Casapound ricoverato all’ospedale Loreto Mare e dimesso dopo poche ore è Enrico Tarantino, candidato alla III Municipalità in una lista collegata a Lettieri (Pdl).

R. E.