Basket, playoff Nba: Memphis fa la storia, San Antonio a casa

Basket, playoff Nba – Restava un verdetto da scrivere nel primo turno di playoff Nba e, questa notte, è stato scritto insieme alla storia: Memphis, testa di serie numero 8 della Conference occidentale, ha eliminato San Antonio, prima nel tabellone: era capitato solo altre tre volte.
La serie si chiude sul 4-2 per i Grizzlies grazie alla vittoria in gara-6 arrivata in nottata per 99-91 e firmata da uno dei giocatori Nba più sottovalutati: quel Zach Randolph sorpresa non per tutti ma per molti: a restare di sasso sono stati sicuro gli Spurs, buttati fuori dai playoff e con un ciclo che pare volgere al termine.

La partita – Una partita che Memphis fa capire subito di voler fare sua: un parziale di 14-0 nel primo quarto rende chiari i progetti dei Grizzlies. San Antonio, però, rimane in partita: alla prima sirena è a -8 e all’intervallo lungo è a -3. Nonostante il dominio di Randolph e soci soprattutto nel pitturato.
Nel terzo quarto San Antonio trova il pari con Ginobili, poi Mayo tenta di mandare in fuga Memphis: l’argentino degli Spurs, però, inventa una tripla da centrocampo e rimane aggrappato alla partita. San Antonio passa addirittura in vantaggio ma Randolph decide di fare la voce grossa: 10 punti fondamentali e il parziale decisivo è servito. Finisce 99-91. E la serie va sul 4-2. Spurs at home, Grizzlies avanti.

Le chiavi del match – Da un lato, quello Grizzlies, la chiave è Zach Randolph: 31 punti di cui 17 nell’ultimo quarto e 10 a firma del parziale decisivo. Memphis ha fatto la differenza in area: 62 i punti da dentro l’arco e ben 11 i rimbalzi in più degli Spurs.

Edoardo Cozza