Calciomercato Juventus: Del Neri spera ancora nella conferma

Calciomercato Juventus – Luigi Del Neri spera ancora. Nonostante una stagione al di sotto delle aspettative (l’obiettivo di inizio anno era il quarto posto, una chimera con sette punti da recuperare in quattro giornate), il tecnico friulano non ha ancora deposto le armi. Dopo un inizio di 2011 a dir poco travagliato, la Juventus era riuscita a riprendere quel filo conduttore che l’aveva portata, a dicembre, a soli tre punti dal primo posto. Le recenti prestazioni contro Fiorentina e soprattutto Catania, però, hanno scatenato le ire dei tifosi, che ora chiedono a gran voce il cambio di allenatore a fine stagione.

I giocatori stanno con Del Neri – La società bianconera si trova di fronte ad un bivio: confermare Del Neri (il cui contratto scade a giugno del 2012) anche la prossima stagione o trovare un sostituto già dalla prossima estate? I giocatori, attraverso i vari organi di stampa, hanno manifestato in maniera chiara il desiderio di continuare a lavorare con l’attuale tecnico. L’ultimo ad esprimersi in tal senso è stato Marchisio attraverso le pagine del Corriere dello Sport: “A volte il tecnico viene attaccato gratuitamente – ha detto il centrocampista bianconero – è capitato persino dopo il Catania, quando invece gli unici responsabili eravamo noi. Il futuro? Certe decisioni riguardano la società: io posso dire che la squadra è unita e ha un buon rapporto con Del Neri“.

Spalletti e Mancini, ipotesi poco concrete – I vertici del club, dal canto loro, stanno sondando le varie alternative, trovando però molte porte chiuse. Spalletti, primo nome cui aveva pensato Marotta, difficilmente si libererà dal ricco contratto che lo lega ai russi dello Zenit. Lo stesso Mancini, il cui nome era circolato con insistenza nei giorni scorsi, non ha alcuna intenzione di muoversi da Manchester, dove ha uno sceicco pronto ad esaudire ogni sua richiesta: “Non vedo perché dovrei lasciare proprio ora che la strada è in discesa” le parole dell’ex tecnico dell’Inter ora al City. Considerando che anche quella che porta a Villas Boas sembra una strada difficilmente percorribile, le uniche alternative credibili restano quelle di Mazzarri e Antonio Conte.

Mazzarri il nome giusto? – I tifosi invocano a gran voce il nome dell’ex capitano bianconero, ora alla guida del Siena capolista in Serie B. Nonostante la voglia di accontentare la piazza, Marotta non è convinto dall’ipotesi Conte: troppo scarso il suo pedigree per riportare agli antichi splendori la Juventus. Molto più appetitosa l’idea Mazzarri, che a Napoli sta facendo un lavoro splendido ed anche in passato (a Livorno, Reggio Calabria e Genova sponda Sampdoria) ha dimostrato tutto il suo valore. Il tecnico toscano continua a nicchiare sul proprio futuro: “Non è il momento di parlarne – ha detto ieri alla vigilia della gara tra Napoli e Genoa – e ogni considerazione verrà fatta a tempo debito. I complimenti, certo, fanno piacere“. Nonostante la concreta possibilità di guidare i partenopei nella Champions del prossimo anno, l’impressione è che Mazzarri un pensierino alla squadra bianconera lo stia facendo.

Pier Francesco Caracciolo