Jovanotti risponde ai fan di ‘Happy Days’

 

Jova vs fan – il 26 aprile, sul settimanale ‘Tv, sorrisi e canzoni‘, il cantante italiano Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, ha accusato il telefilm americano, ‘Happy Days’, di essere una ‘vaccata’. L’aggettivo è stato usato per differenziare i telefilm degli anni ’70, ’80, a quelli di oggi più moderni. Infatti, lo stesso cantante dichiara: “Oggi i ragazzi sono molto più svegli di quanto lo eravamo noi. E i programmi a loro proposti sono all’altezza dell’epoca. Mia figlia Teresa, ha 12 anni, si è letta sette libri di Harry Potter e guarda ‘Glee’. Noi avevamo ‘Happy Days’ che, diciamolo, era una vaccata. Oggi i ragazzi sono svegli e fortunati”. Il fan club del telefilm, fondato nel 1997, alla lettura di queste parole, ha subito mostrato disappunto. Il presidente Giuseppe Ganelli ha ribadito: “E’ irrispettoso e ingeneroso verso un telefilm che ha fatto la storia della tv. E inoltre Jovanotti dovrebbe ricordare che anche lui faceva parte di una generazione che idolatrava Fonzie, tanto che negli Anni 80 proprio Jovanotti aveva consegnato il Telegatto a Henry Winkler, l’interprete appunto di Fonzie”.

Oggi, è pubblicata una lettera aperta da parte di Jovanotti, che, scusandosi, ai fan dice: “Ciao amici fan di Happy Days, avete ragione, detta così sembra che io non ami ‘Happy Days’, che invece ho adorato e adoro e adorerò per sempre. Correvo a casa per fare in tempo a vedermelo tutte le sere. Ho avuto anche la gioia di consegnare un Telegatto a Fonzie! Tempo fa è uscito un cofanetto di dvd e me lo sono comprato. Ho fatto tutti i compiti da bravo fan”. Inoltre aggiunge: “Nell’intervista di ‘Sorrisi’ intendevo dire che le cose cambiano e non è detto che peggiorino, semplicemente cambiano e si evolvono in direzioni che non sempre sono comprensibili. Oggi se uscisse un telefilm come ‘Happy Days’ risulterebbe un po’ lento e con poco intreccio, e infatti esistono nuove serie più complesse e strutturate, che portano in scena dinamiche sociali e narrative più contemporanee. ‘Happy Days’ è una figata e ha detto quello che aveva da dire alla mia generazione”.

Per quanto riguarda l’aggettivo usato, spiega: “Vaccata, nel senso che ha fatto il suo tempo, e meno male! E’ stato magico per noi, ma la vita va avanti, e anche la TV, che piaccia o meno. Io amo ‘Happy Days’ e non vorrei mai offendere la memoria del mio amato Fonzarelli. Spadino, Howard, Marion, Ralph, Potsie, Arnold’s e co. saranno sempre nel mio cuore. Un abbraccio! E lunga vita alle vaccate!!!”. Speriamo che il malinteso sia risolto!

Tiziana Di Cicco