Tradimento, le donne in carriera sono le più infedeli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:23

Donne in carriera più infedeli. Il tradimento è donna, specialmente se in carriera. Più il ruolo che una persona riveste è alto, e più la propensione al tradimento e alle scappatelle extraconiugali aumenta. Da un recente studio condotto in Olanda dalla Tilburg University, è stato rilevato come sulla propensione al tradimento non inciderebbe l’identità sessuale, ma il potere esercitabile, la propria autostima e la carriera. In particolare, i ricercatori hanno scoperto che le donne in carriera riescono a manipolare il carattere degli uomini di potere, portandoli al tradimento. 

Lo studio. I ricercatori hanno condotto lo studio studiando attentamente il comportamento di più di 1500 professionisti, con cariche professionali differenti. Mentre il 6% degli esaminati occupava posizioni dirigenziali, il 22% era impiegato in ambiti inferiori e il 14% era rappresentato dalla categoria dei capi settore aziendali. Dallo studio è emerso che i livelli di potere e di autostima sono i principali fattori che hanno determinato se una persona è stata infedele o meno, così come gli alti livelli di fiducia.

Lo psicologo che ha coordinato la ricerca, Joris Lammers, ha commentato: “Così come sempre più donne si trovano in maggior posizioni di potere e sono considerate uguali agli uomini, il loro familiare comportamento potrebbe anche cambiare. Questo può portare a un aumento dei comportamenti negativi tra le donne, che in passato sono stati più comuni fra gli uomini”. Secondo lo psicologo, non vi è più distinzione tra i sessi quando si tratta di essere infedeli tra le persone di potere. Ed il lavoro terreno fertile per i tradimenti, in particolare a causa delle assenze da casa prolungate per viaggi. Dunque nel mirino degli esperti finiscono anche le donne in carriera che tendono ad assumere atteggiamenti fino ad ora considerati tipicamente maschili.

Adriana Ruggeri