Pagelle Napoli-Genoa: Hamsik decisivo, saracinesca Eduardo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:35

Pagelle Napoli-Genoa – Torna alla vittoria il Napoli contro il Genoa dopo due sconfitte consecutive che hanno turbato l’ambiente azzurro nelle ultime settimane. A decidere l’incontro è Marek Hamsik che nel finale sfrutta al meglio un cross dalla sinistra di Aronica. Lo slovacco si ripete dunque dopo il colpo di testa da tre punti nella gara d’andata in casa del grifone. Per i padroni di casa ottima la prova di Dossena che spinge come un treno dal 1′ al 90′ senza mai fermarsi. Dopo tante prove deludenti, è giusto sottolineare nelle fila genoane la splendida prestazione del portiere Eduardo che riesce a parare tutto (o quasi) chiudendo la porta alle conclusioni avversarie.

Pagelle NapoliHamsik 7: Dopo le ultime partite in ombra, il talento azzurro torna a brillare e ad essere decisivo come lo è stato per buona parte del girone d’andata. Inizia quasi sempre la manovra offensiva dei partenopei e si fa trovare pronto all’appuntamento col gol dopo l’ottimo cross di Aronica sistemato a misura da Cavani per la conclusione dello slovacco. Dossena 7. Lavezzi 6,5. Yebda 6,5. Gargano 6,5. Cavani 6,5. Cannavaro 6,5. Campagnaro 6. Aronica 6. De Sanctis 6. Maggio 6. Pazienza 5,5: Nonostante l’ottima prova complessiva dei suoi compagni di squadra, si fa notare ancora per la poca lucidità mostrata. Sbaglia diversi passaggi e la svogliatezza delle ultime gare cominciano a pesare su di lui. Sarà già con la testa altrove? Mazzarri (All.) 6,5.

Pagelle GenoaEduardo 7: Giocatore completamente rivitalizzato dopo le prestazioni poco felici della prima parte della stagione. Decide di farne questione personale con gli attaccanti avversari e ne esce vincitore in tutti i duelli per poi crollare quando il peggio sembrava superato. Criscito 6,5. Floro Flores 6,5. Kucka 6,5. Konko 6. Mesto 6. Paloschi 6. Moretti 6. Antonelli 5,5. Kaladze 5,5. Rafinha 5,5. Destro 5,5: Ballardini lo manda in campo sul punteggio di 0-0 per dare maggior peso all’attacco rossoblu, ma l’attaccante scuola Milan riesce in tutta la ripresa a non rendersi praticamente mai pericoloso dalle parti di De Sanctis. Ballardini (All.) 5,5.

Giuseppe Carotenuto

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!