Pasta al pomodoro e basilico: versione dietetica

Quante sono le signore o signorine che muoiono d’invidia quando vedono parenti ed amici che si ingozzano di schifezze senza dover, poi, fare i conti con la bilancia? Purtroppo non sono poche le donne che devono prestare attenzione a ciò che mangiano, ma…dove sta scritto che le persone che seguono una dieta o che tentano di dimagrire debbano necessariamente rinunciare a mangiare come si deve? Per dimagrire non bisogna privarsi di nulla: la pastasciutta non è affatto da demonizzare, e ognuna di noi può mangiarne un piatto a pranzo, a patto che non venga affogata nell’olio o che non venga condita con sughi particolarmente calorici.

La pasta al pomodoro e basilico è l’ideale per tutti coloro che devono seguire una dieta ma che non vogliono rinunciare al proprio piatto di pasta quotidiano. Come si fa a preparare un sugo che faccia bene alla propria salute e che non vada ad incrementare troppo la massa grassa del nostro corpo? Nascondiamo la bottiglia dell’olio e prendiamo una bacinella. Tale bacinella va riempita con dell’acqua bollente, all’interno della quale metteremo dei pomodorini( quelli dell varietà piccadilly sono perfetti). Dopo pochi minuti i pomodori vanno sciacquati con dell’acqua fredda, spellati e tagliati a tocchetti all’interno di una padella possibilmente antiaderente. All’interno della padella vanno messi anche uno spicchio di aglio e delle foglie di basilico. Va aggiunto al tutto, ovviamente, anche del sale. Il sugo va fatto cuocere a fuoco lento per pochi minuti: bisogna prestargli molta attenzione mentre cuoce, poiché l’assenza di olio potrebbe contribuire a far sì che il pomodoro si attacchi sul fondo della padella. Quando il sugo sarà ben concentrato, si potrà aggiungere al tutto del succo di pomodoro(reperibile in molti supermercati)e continuare far cuocere il pomodoro per pochi minuti. Bisogna davvero rinunciare ai sapori migliori pur di sfoggiare un fisico asciutto d’estate? Probabilmente no.

M.C.