Serie A, Catania-Cagliari 2-0:Silvestre e Bergessio firmano il successo

Catania-Cagliari 2-0 – Il Catania batte il Cagliari al ‘Cibali’ e si porta a quota 40 punti con 5 lunghezze di vantaggio sul Lecce attualmente terzultimo. Soddisfatto ma guardingo Simeone al termine dei 90‘: “Nessuno ci regalerà nulla, e domenica prossima saremo a Brescia, contro un’ottima squadra che ha già dimostrato di saper mettere in difficoltà qualunque; poi avremo gare difficilissime contro Roma e Inter, e dovremo giocarcele tutte al massimo. Questa vittoria è stata positiva, oltre che naturalmente per la classifica, anche per la buona forma mostrata”. Molto abbattuto Donadoni: “Purtroppo abbiamo commesso qualche errore di troppo che ci è costato soprattutto il primo gol. Siamo stati poco incisivi ma la squadra aveva voglia di fare, anche se un pò di cattiveria agonistica è mancata”.

Catania timoroso – Nella prima frazione di gioco i padroni di casa tentano di fare la partita pur non riuscendo quasi mai ad impensierire seriamente l’estremo difensore sardo. La squadra di Simeone appare remissiva, forse bloccata dall’iniziale paura di vincere.Il primo pericolo arriva quando Ricchiuti da il la ad una ripartenza dei suoi servendo Bergessio sulla sinistra, quest’ultimo serve molto bene Maxi Lopez in area che per poco non trafigge Agazzi in spaccata. Sempre sull’asse Bergessio-Maxi Lopez gli etnei si rendono di nuovo pericolosi qualche istante più tardi ma il destro dell’ex Barcelona è troppo debole e facile preda del portiere cagliaritano. Il Cagliari sembra essere addormentato e non riesce quasi mai a costruire qualcosa di pericoloso mandando su tutte le furie Donadoni. Quando il direttore di gara fischia la fine del primo tempo le due compagini raggiungono gli spogliatoi sul risultato di 0-0.

Etnei in 10 ma vittoriosi – Il secondo tempo comincia con le proteste catanesi per un presunto fallo da rigore di Astori su Maxi Lopez. Tuttavia i sardi hanno uno scatto di orgoglio e sugli sviluppi di un corner vanno vicinissimi al gol, Acquafresca si ritrova a tu per tu con Andujar ma il suo tiro è incredibilmente svirgolato e termina pertanto la sua corsa nel campo per destinazione. Qualche minuto più tardi il Catania rimane in dieci, Cossu ben lanciato dalle retrovie viene steso da Alvarez e l’arbitro non puo’ far altro che espellere il giocatore siciliano in quanto ultimo uomo. Potrebbe essere l’episodio che cambia la gara per i padroni di casa ed invece proprio da questo momento gli attacchi si fanno più insistenti e decisi ed al 79′ Silvestre riesce a trovare il gol del vantaggio scaraventando in rete un pallone vagante al termine di una mischia. Non è finita qui, all 83′ i rossazzurri infatti raddoppiano con Bergessio bravo a spingere in rete una respinta di Agazzi su un debole tiro di Lodi. Tre punti fondamentali per il campionato del Catania.

Simone Meloni