Serie A, Fiorentina-Udinese 5-2: show viola con D’Agostino e Cerci

Fiorentina-Udinese 5-2. I viola annientano i friulani, sfoggiando una prestazione eccezionale davanti al pubblico di casa. I bianconeri, dal canto loro, restano in partita soltanto per un tempo, prima di arrendersi alla superiorità viola. Nel secondo tempo infatti non c’è partita e prima D’Agostino poi Cerci chiudono definitivamente la pratica. “Abbiamo disputato una grande gara che sarebbe stata perfetta senza quei due gol subiti” ha affermato Mihajlovic. “Ci siamo divertiti tutti” ha assicurato l’allenatore viola, il quale ha poi elogiato i due mattatori della giornata. “Cerci e D’Agostino sono i nostri due acquisti e in due hanno segnato 10 gol anche giocando poco” ha concluso Mihajlovic. Con questa sconfitta si allontana inoltre il sogno Champions: ma nulla è ancora deciso, nel prossimo turno l’Udinese affronterà in casa la Lazio e quella sarà la gara della verità. “Abbiamo perso una gara contro una squadra che quest’oggi si è dimostrata più forte di noi. La Fiorentina ha meritato il successoha dichiarato Guidolin, regalando meriti agli avversari. “Fino al 3-2 la gara è stata equilibrata, poi la stanchezza ha avuto la meglio” ha detto con rammarico l’allenatore friulano.

Tante occasioni. Mihajlovic schiera D’Agostino al posto dell’infortunato Mutu. Benatia recupera, ma Guidolin a sorpresa inserisce Badu al fianco di Di Natale al posto di Denis. È l’Udinese ad avere la prima occasione al 2’ con un tiro dalla distanza di Di Natale, ma Boruc para. La Fiorentina risponde con una pungente incursione di Cerci in area bianconera che tuttavia si infrange sulle gambe dei difensori. Al 9’ viola in vantaggio con un gol da cineteca di Vargas: 1-0. Su cross dalla destra di Cerci, il peruviano sfodera un tiro al volo di sinistro che si insacca imparabilmente all’incrocio dei pali opposto. Immediata la reazione dei friulani: Pasquale tenta un tiro da lontano e chiama Boruc a un difficile intervento. Raddoppio della Fiorentina al 22’: 2-0. Montolivo si inserisce in area dalla sinistra ed effettua un cross basso su quale Behrami va a vuoto, ma D’Agostino è bravo a spedire il pallone in rete. L’Udinese torna subito alla carica e al 29’ accorcia le distanze con un gran gol di Pinzi: 2-1. Perla balistica del centrocampista friulano che, su azione di calcio d’angolo, calcia al volo di destro creando una parabola che batte imparabilmente Boruc. Pochi minuti dopo, Isla prova a pareggiare, ma non arriva sul pallone. Al 38’ esce Badu e entra Denis. Al 41’ ultima chance per i viola con Gilardino che di testa per pochissimo non trova la porta. La prima frazione si chiude con il parziale di 2-1.

Goleada viola. Dopo un primo tempo di alti e bassi, la Fiorentina dilaga nella ripresa. Subito un sussulto al 50’ con un’azione che parte da Vargas e viene finalizzata da Montolivo: il pallone però finisce fuori. Due minuti più tardi D’Agostino segna il terzo gol viola: 3-1. Un tiro non irresistibile dalla distanza, viene nettamente deviato di testa da Zapata: la traiettoria inganna Handanovic ed è doppietta per D’Agostino. L’Udinese tenta nuovamente di reagire e al 57’ è Asamoah, in fuorigioco, a siglare il gol del momentaneo 3-2. Poi però la squadra di Guidolin scompare e la Fiorentina sale in cattedra. Gilardino sbaglia un gol già fatto, ma al 71’ Cerci fa 4-2: su azione di contropiede, l’attaccante romano si invola verso la porta bianconera e beffa Handanovic con un pallonetto. La partita non è tuttavia ancora chiusa e all’86’ Cerci sigla la sua doppietta mettendo in cassaforte in risultato: 5-2. Il suo potente sinistro su cross di Marchionni trafigge il portiere friulano sul suo palo. L’ultima opportunità della gara è per l’Udinese: Di Natale a tempo scaduto calcia malamente fuori da buona posizione. La partita si chiude con il risultato di 5-2.

Emanuele Ballacci