Consumi, 2010 record per l’alta gamma

L’alta gamma nel 2010 ha fatto registrare un record di consumi.
La Fondazione Altagamma ha diffuso oggi, con una presentazione online sul proprio sito www.altagamma.it, gli aggiornamenti delle analisi dell’andamento dei consumi relativi al comparto nel mondo relativi al 2010 e ai primi mesi del 2011, e delle previsioni per l’anno in corso.

Risultati e previsioni. Il segmento, dopo la lunga contrazione patita durante la crisi finanziaria Usa del 2008, lo scorso anno ha vissuto una completa ripresa, toccando livelli superiori all’anno record 2007.
Lo studio realizzato da Bain&Co in collaborazione con Fondazione Altagamma ha evidenziato un giro d’affari che lo scorso anno ha fatto registrare 172 miliardi di euro, con una crescita del 12% rispetto al 2009, l’anno nero del segmento.
Per il 2011 le previsioni, riviste in crescita rispetto a ottobre 2010 alla luce dei buoni risultati visti nei primi mesi dell’anno, e considerato il cambio a tasso costante, stimano una crescita del mercato dell’8%, per complessivi 185 miliardi di euro.

I mercati. Gli Stati Uniti si confermano nettamente il primo mercato, con 48,1 miliardi di euro, seguiti da Giappone, 18 miliardi, e Grande Cina (Cina, Hong Kong, Macao e Taiwan), 17,6 miliardi. In Europa, l’Italia è il primo mercato, con 16,6 miliardi di euro, seguita dalla Francia, 12,6 miliardi.
Le aziende di alta gamma, nei prossimi due-tre anni, investiranno soprattutto sui mercati emergenti. In Russia, infatti, è prevista una crescita tra il 5% e il 10% annua, in Medio Oriente la crescita è stimata tra il 10% e il 12%, in Brasile tra il 10% e il 15%, anche grazie ai grossi investimenti in vista dei Mondiali di calcio del 2014 e delle Olimpiadi del 2016, mentre la rapida crescita del Pil in Cina sta stimolando sia le vendite, sia l’apertura di nuovi punti vendita.

Marco Notari