Brindisi, maxisequestro di marijuana

Un tir pieno d’erba. Sono circa 360 i chili di marijuana sequestrati nelle ultime ore dagli uomini della Guardia di Finanza presso il porto di Brindisi. Le Fiamme Gialle, in collaborazione con diversi funzionari della Dogana, hanno fermato un autoarticolato con motrice e rimorchio frigorifero e, dopo un controllo, hanno scoperto che il veicolo era pieno di panetti d’erba. Con le accuse di detenzione ai fini di spaccio e di traffico internazionale di sostanze stupefacenti è stato messo in manette un uomo di origine albanese. Si tratta dell’ennesima operazione antidroga portata avanti con successo dal personale della Guardia di Finanza negli ultimi mesi.

Droga nascosta in un doppiofondo. Il tir, proveniente dall’Albania, era appena sbarcato dalla motonave Ionian Spirit quando è stato sottoposto a un controllo di rito che si è trasformato in una vera e propria ispezione. Dopo aver visionato i vari documenti, infatti, gli uomini delle forze dell’ordine si sono insospettiti e hanno deciso di effettuare un controllo più approfondito che li ha portati a scoprire la droga. I 26 panetti di erba erano ben nascosti all’interno di un doppio fondo nel cassone. Il conducente del veicolo, dal canto suo, si difende dicendo di esser stato all’oscuro dell’esistenza del nascondiglio. L’uomo dovrà essere interrogato nelle prossime ore.

Gianluca Bartalucci