Der Spiegel: La Grecia vuole lasciare l’euro. Atene smentisce: Solo speculazione

Grecia con un piede fuori dall’eurozona. Il governo di Atene sarebbe vicino a un passo clamoroso: l’uscita del paese dall’eurozona e la reintroduzione della dracma o di una propria moneta nazionale. A riferirlo è il quotidiano tedesco ‘Der Spiegel‘ nella sua edizione online. Secondo il giornale sarebbe addirittura prevista per questa sera, in Lussemburgo, una riunione segreta dei ministri delle finanze dell’eurozona per approfondire la questione. Incontro smentito, però, dal portavoce del presidente dell’eurogruppo, Juncker, secondo il quale queste voci sono “del tutto errate”.

Le indiscrezioni. ‘Der Spiegel’ spiega di aver ricevuto le indiscrezioni da fonti governative tedesche, secondo cui il governo di Atene starebbe anche valutando una rapida ristrutturazione del debito greco. L’articolo pubblicato nella versione online del quotidiano spiega che il ministro delle finanze tedesco William Schaeuble è intenzionato a fare di tutto per impedire l’uscita della Grecia dall’eurozona. La Germania, stando a quanto riferito da ‘Der Spiegel’, avrebbe anche elaborato uno studio sulle possibili conseguenze di un’uscita di Atene dall’Eurozona: la nuova moneta greca, secondo tale studio, subirebbe una enorme svalutazione rispetto all’euro, facendo balzare il debito pubblico a oltre il 200 per cento del Pil. A questo punto, si legge nel documento citato dal quotidiano tedesco, “una ristrutturazione sarebbe inevitabile”.

La smentita di Atene. Non appena la notizia è stata raccolta dalle agenzie internazionali, dal governo di Atene è arrivata la smentita: non sono fondate le notizie secondo cui aumenterebbero le possibilità che la Grecia lasci l’euro come moneta corrente ed anzi simili voci minano la stabilità della Grecia e vanno ad esclusivo vantaggio della speculazione. Anche Vassilis Papadimitriou, dell’ufficio del premier George Papandreou, ha “categoricamente smentito” le notizie sul vertice segreto in Lussemburgo e sull’ipotesi di una uscita del paese dall’eurozona. Sono “notizie completamente infondate che fanno il gioco degli speculatori”, ha dichiarato Papadimitriou. Una secca smentita è arrivata anche dal presidente dell’eurogruppo, Jean-Claude Juncker. Sulla stessa linea il ministro delle Finanze francese, Christine Lagarde, secondo il quale l’ipotesi ventilata da Der Spiegel è “totalmente fantasiosa“. Le voci, prima diffuse e subito dopo smentite, hanno comunque fatto calare il valore dell’euro che ha perso quasi un punto percentuale rispetto al dollaro.

Atene e la crisi. La Grecia, duramente colpita dalla crisi economica, ha dovuto ricorrere all’aiuto finanziario dell’Unione Europea e dovrà ora affrontare duri sacrifici economici per restituire il prestito, mentre il governo Papandreou è alle prese con una contestazione popolare che di giorno in giorno si fa sempre più rumorosa.

R. E.