Home Notizie di Calcio e Calciatori

Napoli, Cavani fissa gli obiettivi: “Voglio secondo posto e Pallone d’Oro”

CONDIVIDI

Napoli, dichiarazioni Cavani. Mancano solamente tre partite, ed il Napoli manderà in soffitta il più bel campionato di A giocato dal 1990 a oggi. Gli uomini di Mazzarri hanno dato tanto filo da torcere alle milanesi, ed inoltre hanno lottato per lo scudetto per gran parte della stagione. Ora che è stata raggiunta la qualificazione alla prossima Champions League, si iniziano a tirare le somme all’ombra del Vesuvio, e si inizia a conoscere ancora meglio uno dei protagonisti di questa stagione d’oro, ovvero quell’Edinson Cavani che al primo anno a Napoli ha fatto cose straordinarie con i 33 gol realizzati in 46 match ufficiali giocati con la casacca azzurra addosso.  

“Ho vissuto grandi emozioni quest’anno” – Intervistato da Radio Marte, il Matador ha parlato della fantastica stagione del Napoli, che lo ha visto protagonista sia in Italia che in Europa. “Sono contento che la squadra sia andata bene– ha detto Cavani –Siamo sempre stati uniti e compatti. Abbiamo dimostrato di essere un gruppo compatto e di voler lottare per qualcosa di prestigioso. Ovviamente la perfezione non esiste e quando c’erano problemi, si sono risolti con franchezza. Così si diventa più forti“. L’attaccante uruguagio ha poi fissato gli obiettivi che deve raggiungere col Napoli in queste ultime gare, che sono il secondo posto nella classifica finale ed il titolo di capocannoniere.

“Sogno il Pallone d’Oro” – Edinson Cavani ha parlato poi del suo rapporto con Napoli e la sua gente, dicendo che “Ho un legame molto forte con loro: queste sono alcune delle cose belle della vita che mi ricorderò per sempre“. Il Matador ha poi fissato due obiettivi che intende conquistare prima che finisca di giocare. “A livello personale mi piacerebbe vincere il Pallone d’Oro o la Scarpa d’Oro– ha dichiarato il giocatore sudamericano –Sarebbe qualcosa d’indelebile. L’ho visto a casa di Kakà. Me lo volevano far toccare, ma io ho risposto che non volevo prenderlo, aspettavo il mio. Ho ancora tempo per vincerlo. Se non ci dovessi riuscire, vedremo“.

Simone Lo Iacono