uMan Take Control!: le critiche e la smentita

Niente casting per domani, sabato 7 maggio. Dopo la notizia che avevamo annunciato questo pomeriggio è però arrivata la smentita. Sfortunatamente non ci sarà nessun casting. Il comunicato di Mediaset recita: “Capiamo che non è una bella notizia ma purtroppo non dipende da noi. Ancora non sappiamo quando sarà possibile dare il via al casting promesso. Nel frattempo, però, potrete mandarci un video con il vostro “provino” per diventare l’angelo custode del vostro omino preferito! Ci potreste raccontare perché vorreste così tanto entrare nel laboratorio…A breve vi daremo tutte le indicazioni su come e dove caricare i vostri video”.

Dalla stessa fonte arriva poi la risposta alle critiche di questi giorni. Simona Ercolani, capo progetto del nuovo reality di Italia 1, su Qui Mediaset, cerca di spiegare le ragioni della produzione e di smontare le critiche. A suo avviso e detrattori del programma avrebbero dovuto aspettare almeno la seconda puntata proprio perché il gioco deve ancora entrare pienamente nel vivo. Nella prima puntata c’erano troppe cose da spiegare, troppe cose con cui il pubblico doveva prendere confidenza.  Contro gli accusatori che dicevano che non erano state fatte troppe prove in studio risponde dicendo: ‘Gli inizi dei programmi sono come i parti, nel caso di ‘uMan’ si è allagato lo studio due giorni prima l’inizio e non siamo riusciti a realizzare le prove generali, che abbiamo fatto in diretta’.  Gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo. La Ercolani cerca, poi, di spiegare il programma ed il suo particolarissimo  funzionamento. ‘Si cerca di linkare la tv generalista con il web’ e aggiunge ‘ il pubblico supremo può controllare tutto al punto che decidendo tutto gli spettatori, a volte siamo noi autori a perdere il controllo…!’. In generale però le critiche non spaventano la capo progetto tanto che ammette: ‘Ci sono molte cose da aggiustare. Io ho rivisto il programma e non mi sono vergognata. Lo sforzo è veicolare un contenuto così nuovo sul prime-time’.

Insomma bisogna aspettare lunedì prossimo. I critici riusciranno a dare una seconda chance al programma? Forse la cosa che preme di più è che siano i telespettatori a mettere a tacere tutti i detrattori del nuovo esperimento. Se martedì mattina i dati auditel dovessero essere buoni a parlare sarebbero sicuramente in meno. Tolte quindi le critiche per la mancanza di prove in studio, tolte le critiche per i dati auditel potrebbero rimanere quelle sulla scelta del cast e quelle sui conduttori, ma chissà, più in là nella trasmissione potrebbero esserci anche sorprese positive!

Alessandra Solmi