F1, Turchia: facile prima fila Red Bull con Vettel in pole. Quinto Alonso

Pole Turchia – La Red Bull continua a dettare legge nella sessioni di qualifiche. Ma se nei precedenti Gp il dominio è stato più sottile, qui ad Istanbul la lotta per la pole non si è praticamente mai vista dato che tutti i team erano consapevoli di non aver nessuna possibilità, arrendendosi alla loro stupefacente performance. Il colpo di grazia è arrivato già a cinque minuti dalla fine, con Vettel che segna un 1’25″049, record assoluto del circuito e paletto invalicabile per tutti gli altri piloti. Tornato ai box poi, il pilota è tranquillamente sceso dalla vettura a sessione neanche finita, sicuro della pole e sorridente in vista della gara di domani.

Gli altri inseguono – A quattro decimi dal cannibale tedesco si piazza Webber, felice della seconda posizione ma mai in grado di reggere il confronto con il compagno di squadra. Le basi comunque di una doppietta Red Bull sono salde, con ill team manager Christian Horner che non nasconde un sorriso beffardo. L’unico che può sorridere in mezzo al dominio delle lattine è Nico Rosberg, finalmente terzo grazie ad una Mercedes davvero in crescita grazie a piccoli accorgimenti firmati Ross Brawn, in grado di ridurre il gap sopratutto nei confronti dei “cugini” Mclaren, oggi non esattamente al top con Hamilton quarto e Button sesto. Schumacher invece non approfitta del migliorie delle frecce d’argento classificandosi ottavo, molto distante dal compagno di squadra.

Delude Ferrari – Ferrari costretta ancora ad inseguire, come previsto d’altronde. Il team di Maranello non ha portato grandi novità aerodinamiche e il quinto posto di Alonso era davvero il massimo possibile. Dinanzi poi ad una prestazione così lontana rispetto al duo Red Bull, gli uomini in rosso hanno preferito usare una tattica conservativa, risparmiando un treno di gomme morbide a dispetto della posizione in griglia. Ecco perchè Felipe Massa non ha neppure fatto segnare un giro cronometrato, terminando decimo e concentrando mente e corpo ad una gara già tutta in salita. Molto bene infine il duo Renault, meritatamente dentro la Top Ten ed in grado di precedere avversari ben più blasonati. La corsa si prevede davvero emozionante. A seguire la griglia di partenza:1)Sebastian Vettel 2)Mark Webber 3)Nico Rosberg 4)Lewis Hamilton 5)Fernando Alonso 6)Jenson Button 7)Vitaly Petrov 8)Michael Schumacher 9)Nick Heidfeld 10)Felipe Massa 11)Rubens Barrichello 12)Adrian Sutil 13)Paul di Resta 14)Pastor Maldonado 15)Sergio Perez 16)Sebastien Buemi 17)Jaime Alguersuari 18)Heikki Kovalainen 19)Jarno Trulli 20)Jerome D’Ambrosio 21)Tonio Liuzzi 22)Timo Glock 23)Narain Karthikeyan 24)Kamui Kobayashi

Riccardo Cangini