Probabili formazioni Brescia-Catania: Zoboli titolare, Maxi Lopez in panchina

Sfida salvezza. Ultima chiamata per il Brescia: solo una vittoria potrebbe scongiurare l’ipotesi retrocessione. Tuttavia, il destino delle Rondinelle dipenderà anche dalle dirette avversarie coinvolte nella lotta salvezza. Qualora Sampdoria, Lecce e Cesena non dovessero raccogliere il pieno bottino, il Brescia tornerebbe pienamente in corsa. L’imperativo sono quindi i tre punti, tuttavia il Catania difficilmente si farà da parte. La squadra di Simeone è infatti a quota 40 punti e uscire con almeno un pareggio dal “Rigamonti” potrebbe rappresentare la matematica salvezza. Il Brescia davanti al proprio pubblico ha vinto ultimamente solo contro dirette avversarie alla salvezza, pareggiando con Lecce e Inter. Il Catania, dal canto suo, fuori casa ha difficoltà ad imporsi: emblematico il pareggio per 1-1 a Bari raccolto circa un mese fa. Nei 22 precedenti in Serie A, le Rondinelle ha ottenuto 14 successo contro 2 degli etnei e 6 pareggi. Anche i bookmaker danno per favoriti i padroni di casa: il pareggio o la vittoria degli ospiti sono quotati a oltre 3 volte la posta in gioco. Arbitro della sfida è Daniele Orsato della sezione di Schio (Vicenza), coadiuvato dagli assistenti Giachero e Romagnoli e dal quarto uomo Celi.

BRESCIA – L’allenatore Iachini conferma quasi totalmente la formazione ha pareggiato per 3-3 con la Sampdoria nel turno precedente. Infortunati  Cristiano Zanetti e Mareco, le Rondinelle recuperano però Zoboli, uscito malconcio dal “Marassi”. Davanti ad Arcari, al centro della difesa ci sarà anche Bega, il quale ha vinto il ballottaggio con Zebina, con Zambelli e Berardi sugli esterni. A centrocampo qualche problema fisico per Filippini: il titolare sarà Kone, affiancato da Hetemaj e Baiocco. Diamanti agirà alle spalle del tandem offensivo composto da Eder e dal recuperato Caracciolo. (4-3-1-2): Arcari; Zambelli, Zoboli, Bega, Berardi; Kone, Hetemaj, Baiocco; Diamanti; Eder, Caracciolo. A disposizione: Leali, Zebina, Accardi, Vass, Filippini, Lanzafame, Jonathas. Allenatore: Iachini. Indisponibili: Dallamano, Cordova, Sereni, C. Zanetti, Mareco. Squalificati: nessuno. Diffidati: Arcari, Berardi, Caracciolo, Diamanti, Eder, Kone, Lanzafame. Altri: Kamalu, Possanzini, Nana, Lasik, Hrivnak, Cragno, Daprelà.

CATANIA – Simeone si affiderà a una formazione molto offensiva per affrontare il Brescia, la cui difesa non è certo tra le migliori del campionato. Ledesma e Alvarez sono squalificati, mentre Llama, Sciacca e Bellusci sono ancora infortunati. Davanti ad Andujar, ci sarà la coppia difensiva Silvestre-Spolli. Nel ruolo di terzino destro ci sarà Potenza. Più di un dubbio a centrocampo, dove accanto ai titolari Ricchiuti e Carboni, è ballottaggio tra Biagianti e Lodi. Dovrebbe spuntarla il primo, poiché il fantasista ha dimostrato più volte di essere decisivo se inserito a partita in corso. Sorpresa in attacco: Maxi Lopez finisce in panchina, sarà Berghessio a guidare il tridente etneo, insieme a Gomez e Schelotto. (4-3-3): Andujar; Potenza, Silvestre, Spolli, Capuano; Biagianti, Carboni, Ricchiuti; Gomez, Bergessio, Schelotto. A disposizione: Campagnolo, Terlizzi, Marchese, Lodi, Izco, Maxi Lopez, Morimoto. Indisponibili: Sciaccia, Llama, Bellusci. Squalificati: Ledesma (1), Alvarez (1). Diffidati: Andujar, Carboni, Gomez, Maxi Lopez, Morimoto. Altri: Augustyn, Kosicky, Pesce, Martinho.

Emanuele Ballacci