Basket, playoff Nba: cappotto ai Lakers e Dallas vola in finale, Atlanta impatta coi Bulls

Basket, playoff Nba – Con un cappottone che mai Phil Jackson (al passo d’addio coi Lakers) aveva preso nella sua carriera da coach, i Los Angeles Lakers vengono umiliati, maltrattati ed eliminati da Dallas. La serie si chiude sul 4-0 per i texani e l’incontro di ieri è stato l’apice del trionfo Mavs: gara-4 si chiude 122-86 per i texani. Un abisso per i gialloviola, bi-campioni uscenti. Ci sarà da riflettere, cambiare e si chiude il ciclo Jackson. Intanto, nell’altra partita della serata, Atlanta vince con i Bulls e si porta sul 2-2 in una serie più equilibrata del previsto.

La fine di un’eraUn Terry sontuoso che produce 32 punti e uno Stojakovic implacabile dall’arco, Dallas maltratta gli irriconoscibili Lakers di gara-4. Basti pensare che alla sirena di metà gara il tabellone dell’American Airlines Center segna 63-39 Mavs. I titoli di coda già ad inizio quarto periodo: il vantaggio tocca il +30 e i Lakers vanno in vacanza mentre Terry non la smette di segnare e i Mavs chiudono 122-86. Finisce nel peggiore dei modi per Phil Jackson e i suoi nervosi (espulsi Bynum e Odom) e apparsi svogliati e scarichi. Il tutto mentre Dallas vola in finale ad Ovest e sogna.

Atlanta impattaAnche se l’Mvp della stagione regolare, Derrick Rose, referta 34 punti (a dir la verità con molta imprecisione, visti i 32 tiri), Chicago deve arrendersi ad Atlanta e vede la serie andare sul 2-2. Partita molto equlibrata con Chicago che tenta un allungo a fine terzo quarto ma il parziale di 10-0 firmato Horford e il dominio di Josh Smith nel pitturato permettono agli Hawks di ricacciare indietro i “Tori” dell’Illinois e allungano la serie, trionfando per 100-88.

Edoardo Cozza