Lecce-Napoli 2-1: Chevanton regala ai giallorossi tre punti d’oro per la salvezza

Lecce-Napoli 2-1 – Finisce 2-1 per i padroni di casa la sfida del Via del Mare tra Lecce e Napoli. I salentini battono gli azzurri grazie alle reti di Corvia su rigore e di Chevanton che sigla il definitivo 2-1 con un gran tiro dal limite dell’area a pochi minuti dalla fine. Momentaneo pareggio partenopeo firmato da Mascara entrato a gara in corso. Contento De Canio a fine partita: “Era importante vincere e l’abbiamo fatto. Sono contento della gara di Olivera, può diventare uno dei protagonosti della Serie A con il supporto dei compagni. Ora aspettiamo il match tra Genoa e Sampdoria“. Deluso invece Mazzarri che capisce il momento no della squadra: “Siamo stati ingenui e gli episodi ci hanno condannato. Dopo una stagione del genere è normale accusare stanchezza nelle ultime battute“.

Poche emozioni nel primo tempo – I due tecnici confermano le formazioni annunciate alla vigilia, nessuna novità dunque nei 22 iniziali. Parte con più benzina il Lecce che nei primi minuti si affaccia verso la porta di De Sanctis con i tentativi di Corvia e Giacomazzi che non impensieriscono però più di tanto l’estremo difensore azzurro. Risponde al 14′ il Napoli con Cavani che ci prova di testa ma il tiro viene respinto sotto misura da Fabiano. Ci riprova ancora il Lecce alla mezz’ora con Vives che calcia di poco fuori sfruttando una debole respinta di Cannavaro al limite dell’area di rigore. Timida l’offensiva azzurra che al 32′ si fanno avanti con Yebda ma il suo tentativo finisce molto alto sulla traversa senza creare problemi a Rosati. Si conclude così il primo tempo sul punteggio di 0-0 tra le proteste dei leccesi per un fallo di mano di Cannavaro in area di rigore.

Chevanton regala la vittoria al Lecce – Nessun cambio da registrare nell’intervallo. Partono subito bene i giallorossi che guadagnano dopo 4′ un calcio di rigore per l’atterramento di Campagnaro su Olivera. Tiro dal dischetto trasformato da  Corvia e vantaggio per il Lecce. Dopo 5′ però doccia fredda per i padroni di casa: lo stesso Corvia già ammonito, atterra Lavezzi al limite dell’area guadagnando anzitempo gli spogliatoi. L’uomo in più avvantaggia gli azzurri che al 67′ riagguantano il pari grazie a Mascara che sfrutta un cross di Zuniga sugli sviluppi di un angolo e mette alle spalle di Rosati. Alla mezz’ora però viene ristabilita la parità numerica per il doppio giallo ai danni di Cavani. Il Lecce allora ritrova coraggio e a due minuti dalla fine trova il vantaggio grazie ad un gran gol “fantasma” di Chevanton giustamente convalidato dall’arbitro Valeri. Gli azzurri non riescono a trovare il pari nonostante il forcing finale. Lecce-Napoli si conclude sul punteggio di 2-1.

Giuseppe Carotenuto