Pagelle Genoa-Sampdoria: Boselli decisivo, Palombo cuore Samp

Pagelle Genoa-SampdoriaIl Genoa si impone 2-1 al termine di una partita dalle fortissime emozioni e tesa come una corda di violino. La rete di Boselli a tempo scaduto fa sprofondare nel baratro i doriani che adesso vedono a un passo lo spettro della Serie B. La partita, tutto sommato avara di emozioni, aveva visto il Genoa portarsi in vantaggio con un gol di testa di Floro Flores su azione d’angolo proprio allo scadere del primo tempo. L’ennesima papera stagionale di Eduardo, a metà della ripresa, aveva permesso ai blucerchiati di acciuffare il pareggio con Pozzi, abile a insaccare di ginocchio. La Samp ci ha creduto, ma i suoi sogni si sono infranti all’ultimo dei sei minuti di recupero, quando Boselli ha insaccato la rete della vittoria del grifone.

Pagelle GenoaBoselli 7,5: i suoi compagni si dannano per 90′ senza riuscire ad avere la meglio sugli avversari. Lui con irrisoria facilità gioca pochi minuti, segna la rete decisiva che decide un derby infuocato e viene proclamato a furor di popolo “eroe di giornata”. Magari da domani ritornerà nell’ombra, ma per motivi diversi, i tifosi genoani e della Samp non lo dimenticheranno tanto facilmente. Floro Flores 7, Palacio 6,5, Milanetto 6,5, Rossi 6,5, Kaladze 6,5, Rafinha 6, Dainelli 6, Criscito 5,5, Mesto 5, Kucka 5, Eduardo 4: l’ennesima papera stagionale ha rischiato seriamente di compromettere il derby. Ma al di là di ciò non da mai sicurezza al reparto difensivo ed è incerto sulle prese basse e sulle uscite. Ballardini (All.) 6.

Pagelle SampdoriaPalombo 6,5: è il capitano ed è l’ultimo a mollare com’è giusto che sia. E’ l’uomo ovunque della Samp, probabilmente anche il più pericoloso. Propizia il gol del momentaneo pareggio scagliando da 30 metri un tiro intelligente che rimbalza davanti a Eduardo ed è sempre presente in fase di contenimento. Mannini 6,5, Ziegler 6, Pozzi 6, Biabiany 5,5, Tissone 5,5, Laczko 5,5, Lucchini 5,5, Da costa 5,5, Zauri 5, Volta 4,5: è l’anello debole del reparto difensivo doriano. In più commette l’imperdonabile errore di perdere la marcatura di Floro Flores in occasione del primo gol genoano. Impacciato, permette a Boselli con una marcatura morbida nel finale di girarsi in area a e insaccare. Cavasin (All.) 5.

Rosario Amico