Serie A, Udinese-Lazio 2-1: Di Natale, doppietta Champions

Udinese-Lazio 2-1 – Due gol che possono valere l’Europa, quella che conta: Di Natale stende la Lazio e trascina l’Udinese ad un fondamentale successo per 2-1. Ora i friulani sono solitari al 4° posto e non possono non sentire in lontananza l’inno della Champions: dipende tutto da loro. Per la Lazio, invece, la terza sconfitta consecutiva potrebbe essere una catastrofe: non solo si allontana la Champions, ma anche l’Europa League è a forte rischio. E, mentre Guidolin predica calma affermando: “Sono felicissimo: siamo la squadra più giovane ad aver mai giocato a questi livelli. Ma tutto è ancora in ballo“; Reja prova a non arrendersi: Daremo tutto fino alla fine: la speranza c’è e noi ce la giocheremo”.

Di Natale finalizza – Nel primo tempo la Lazio è inesistente: segna Di Natale, due volte, al 35′ e al 42′, ma le azioni sono frutto di un gioco magnifico messo in mostra dai friulani: la prima parte da un lancio di un Sanchez non al top ma volitivo; la seconda dopo una grande triangolazione tra Asamoah e Isla. Gli ospiti fanno presenza: Garrido e Floccari riescondo a prendere solo il numero di targa di Isla, Armero fa impazzire gli occupanti della corsia destra laziale. E il 2-0 dei primi 45 minuti sembra più che giusto.

Lazio in crescita – Gli ingressi di Rocchi e Kozak danno vivacità alla causa dei capitolini: il primo conquista un rigore (rosso per Angella) al 67′ ma Zarate decide di appoggiare debolmente tra le manone di Handanovic, il secondo segna il gol della vana speranza a 13′ dal triplice fischio e coglie un palo. Inoltre, il portiere sloveno della squadra di casa, sale in cattedra e dice di no anche a Dias che lo impegna con un colpo di testa. Soffrendo ma, tutto sommato, meritando, l’Udinese porta a casa 3 punti preziosissimi e si regala un pezzetto di Champions League. Restano 180 minuti: il sogno dista due partite.

Edoardo Cozza