Basket, playoff Nba: Celtics ko con Miami, Oklahoma agguanta il pari nella serie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:05

Basket, playoff  Nba – E ora ai Celtics serve più di un miracolo: Miami si porta sul 3-1 nella serie grazie ad una prova mostruosa di LeBron James e ha, adesso, l’opportunità di chiudere ogni discorso in casa. La finale di Conference, per gli Heat, appare davvero ad un passo.
Intanto, dopo una maratona, Oklahoma agguanta il 2-2 nella serie con i Memphis Grizzlies: servono 3 supplementari per decretare i vincitori di gara-4 che sono i Thunder, guidati dalla coppia Westbrook-Durant, 75 punti in 2. Mica male. E la serie, già equilibratissima, diventa ancora più incerta.

LeBron padrone, Miami vola LeBron referta 35 punti e si prende 14 rimbalzi. E’ il “Prescelto” a salire in cattedra e decidere gara-4 che, molto probabilmente, proietta gli Heat in finale ad Est. Boston può poco contro i “Big Three” che insieme mettono a segno 83 dei 98 punti complessivi di Miami. Inoltre, Boston prende la paga con un Rondo e mezzo servizio e il tandem Allen-Garnett apparso stanco e fuori fase. Alla sirena dei 48 minuti, il parziale segnava 86 pari, così determinato da Pierce a 41” dalla fine. Ma nel supplementare Miami prende il largo con LeBron, mentre Wade e Bosh mettono in ghiaccio la partita: finisce 98-90 e la serie è 3-1 Heat.

Sorriso Thunder dopo una maratona – Servono 3 supplementari per decretare i vincitori. Alla fine la spunta Oklahoma City che, sull’asse KD-Westbrook, costruisce la vittoria che dà loro il 2-2 nella serie. Eppure, a 8′ abbondanti dalla sirena di metà gata, Memphis viaggiava con +18 sui Thunder, trascinata da Randolph e Gasol. Oklahoma si ritrova soprattutto grazie a Durant e Westbrook che iniziano a produrre punti su punti (35 finali per KD e 40 per il play, al suo career high nel post-season) e volano anche sul 92-82 e ha la gara in mano quando Perkins, sul +3, ha due tiri liberi che significherebbero vittoria. Lo 0/2 dalla lunetta permette a Conley di pareggiare i conti. E si va ai supplementari: è un saliscendi continuo ma, nel terzo overtime, il parziale di 8-2 mette spalle al muro i Grizzlies che si arrendono per 123-133.

Edoardo Cozza

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!