Delitto Melania, l’amante di Salvatore: Ero innamorata, mi sento presa in giro ma lui è innocente

Le amanti di Salvatore. Il giallo di Melania Rea, la 29venne di Somma Vesuviana uccisa brutalmente a Ripe di Civitella il 18 aprile, s’ infittisce. Dopo la morte della donna, quella che sembrava una famiglia perfetta (bellissima moglie, marito attraente e figlioletta piccola) si è rivelata, in realtà, piena di segreti. In particolare, ad avere segreti, pare fosse proprio il marito della donna, Salvatore Parolisi. L’ uomo, infatti, aveva diverse amanti, che stanno spuntando una a una. Per una di loro, in particolare, Parolisi aveva un cellulare segreto. Si tratta di una delle soldatesse che addestrava, Ludovica Perrone.

Le parole di Ludovica Perrone. La soldatessa, interrogata a Lecce, ha dichiarato che effettivamente era ancora in corso una relazione importante con Salvatore Parolisi. Dal canto suo, l’ uomo smentisce l’ importanza di questa relazione extraconiugale e la sua continuazione ancora oggi. Ma a parlare è la Perrone, l’ amante del marito di Melania: «Credevo nell’amore, ho ferite che non guariscono, non merito di essere sbattuta sui giornali», dice la soldatessa 27enne che svolge il suo servizio a Lecce. Sebbene Parolisi parli del flirt con lei come di una storia «finita da un pezzo», la donna commenta così l’ intera vicenda per la quale è balzata agli onori delle cronache: «Non so più chi sia Salvatore, ma sono ancora convinta che non sia un assassino».

Per Parolisi è tutto finito. La soldatessa è descritta nell’ ambiente militare come una «una ragazza precisa, disciplinata, mai eccessiva nelle relazioni». È arrivata a Lecce a febbraio, per un corso di addestramento sui Puma, i blindati leggeri; si allena a diventare capocarrista, andrà via a fine maggio e si dice che «nel suo futuro ci sono missioni all’estero». La ragazza era a Lecce il 18 aprile, altrimenti, com’è logico, si sarebbe sospettato probabilmente di lei. La Perrone non si è mai sentita «l’amante di Salvatore», ma oggi ammette: «Ero innamorata, ora ho il dubbio che mi abbia preso in giro», anche se è stato proprio l’ uomo a illuderla, pronunciando parole come «voglio te, solo te, lascerò Melania e vivremo insieme».

Angela Liuzzi