Basket, playoff Nba: Miami in finale ad est, Oklahoma in vantaggio su Memphis

Basket, playoff NbaMiami in finale, Boston s’arrende: con la vittoria di questa notte, gli Heat raggiungono il 4-1 nella serie che vale il passaggio nella finale di Eastern Conference. Eppure Boston sembrava in grado di riaprire il discorso ma i “Big Three” hanno deciso di mettere in chiaro le cose trascinando gli Heat e conducendoli verso lidi che appaiono dorati.
Nell’altro match della nottata, Oklahoma City distugge letteralmente Memphis e si porta sul 3-2 nella serie. Questo nonostante un Durant in versione umana (19 punti). Potrebbe essere un segnale importante.

Gran “finale” per MiamiBoston lotta, prova a dire la sua ma si arrende, seppur a testa alta. Nulla possono i Celtics con un Garnett a corrente alternata ed un Rondo pesantemente penalizzato dall’infortunio patito in gara-3. Eppure fino a metà ultimo quarto,  i ragazzi di Doc Rivers (che ha annunciato di voler restare sulla panchina di Boston) avevano lottato alla pari, arrivando pure a condurre di sei lunghezze a 4 minuti e mezzo dalla fine. Poi Wade e LeBron (col supporto sempre importante di Bosh) salgono in cattedra e con un parziale incredibile di 16-0 chiudono la gara (97-87 il finale) e la serie (4-1). In finale, ad Est, ci vanno gli Heat. E il “Prescelto” sogna.

Thunder su di giri – Dopo i 3 supplementari serviti per sancire la vincitrice di gara-4, Oklahoma si prende una vittoria tranquilla in gara-5 e, adesso, conduce 3-2 nella serie che deve sancire la seconda finalista ad Ovest (Dallas è già in finale). La luna storta di Zach Randolph, solo 9 punti, e di tutti i Memphis Grizzlies permette a KD e compagni di dominare dal primo all’ultimo minuto, con un vantaggio che sale di quarto in quarto: +9 a metà gara, + 20 nel terzo periodo, +27 alla sirena finale. Oklahoma, infatti, chiude sul 99-72 con Durant che referta “solo” 19 punti ma è comunque il best scorer della serata. Importantissimo l’apporto di Cook (18 punti) dalla panchina.

Edoardo Cozza