Confindustria, Bombassei: Rocca dopo Marcegaglia

In futuro la presidenza di Confindustria potrebbe essere legata al nome di Gianfelice Rocca. E’ di quest’avviso il vice presidente dell’associazione degli industriali, Alberto Bombassei, che, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, esprime parere favorevole in merito ad una ipotetica candidatura del presidente di Tenaris per il dopo Marcegaglia nel 2012.

Galantuomo. “Mi sono fatto un’idea su chi potrebbe essere un ottimo presidente di Confindustria – rivela Bombassei -: penso a Gianfelice Rocca, un galantuomo che rappresenta una storia imprenditoriale di assoluta eccellenza”. Secondo il past president, Rocca sarebbe, infatti, capace di “fare un grande lavoro di squadra”, inoltre, “troverebbe consensi in Veneto, Lombardia ed Emilia”. Il tutto “conforta la mia idea e testimonia la stima di cui gode Rocca”. In base al pensiero di Bombassei, Rocca “ha l’età giusta”, – 63 anni – “è saggio e ha il vantaggio di conoscere bene il sistema confindustriale perché è stato due volte vicepresidente insieme a me”. Proprio alla luce della suddetta attitudine al lavoro di squadra “la sua sarebbe una presidenza poco accentratrice”. Ricordiamo che Rocca, attuale vice presidente di Confindustria per l’Education, fa parte della famiglia a capo della società italoargentina Techint che controlla il gruppo Metallurgico Tenaris.

Nuove linee d’azione. Bombassei sposta, infine, l’attenzione sull’immediato futuro di Confindustria. Per quanto riguarda, dunque, i prossimi interventi dell’associazione degli industriali, secondo il dirigente vicentino, “le relazioni sindacali contano meno di prima. Il focus della vita di impresa si sposta sulle aggregazioni, sui mercati nuovi e sull’innovazione di prodotto”.

Mauro Sedda