Coppa Italia, Inter-Roma 1-1: Borriello risponde ad Eto’o, nerazzurri in finale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:56

Inter-Roma 1-1 – Pareggio nella semifinale di ritorno di Coppa Italia, con l’Inter che si qualifica per la finale contro il Palermo. In un match che è diventato quasi una ricorrenza fissa negli ultimi anni, le due compagini mostrano di non volersi scoprire troppo, cercando in primo luogo di non subire reti. Tattica che ha premiato i nerazzurri, con Leonardo che, come riportato dall’ANSA, gioisce per il traguardo raggiunto: “Questa squadra ha fatto qualcosa di enorme, questa stagione. E la finale di Coppa Italia e’ il coronamento“. Un po’ di rammarico traspare nelle dichiarazioni di Montella nel post-partita: “Nel primo tempo qui a Milano abbiamo costruito qualcosa, anche se eravamo lenti e non imprevedibili. Mi sarei aspettato piu’ coraggio“.

Paura – Nella prima frazione di gioco a prevalere è soprattutto il timore di subire una rete che avrebbe rimesso in discussione tutte le strategie messe a punto durante la settimana. E’ l’Inter a provarci dopo 3 minuti con Maicon, ma la sua conclusione termina sull’esterno della rete. La risposta giallorossa è affidata a De Rossi, ma il suo destro dal limite passa non lontano dall’incrocio dei pali della porta difesa da Julio Cesar. Tutto qui ciò che accade nel primo tempo: poche occasioni rilevanti e tanta prudenza da parte della due compagini, che non si fanno mai trovare scoperte.

Tutto per tutto – Nella ripresa Montella getta nella mischia Vucinic al posto di Simplicio, cercando con ogni mezzo di sbloccare la partita. A farlo però è l’Inter col solito Samuel Eto’o: il camerunense è bravo a sfruttare un traversone per trafiggere di piatto il portiere giallorosso. Al 21′ Doni salva su Pazzini, che va vicino al raddoppio. Al minuto 31 è clamoroso il doppio palo colpito da Borriello, che dopo essersi liberato di Lucio fa partire un bel destro. L’attaccante napoletano si rifà qualche minuto dopo, al 39′, quando insacca di testa un cross di Perrotta, superando il brasiliano Lucio; purtroppo per lui e per i suoi compagni però è troppo tardi e nel finale la partita si fa incandescente, con ammonizioni in campo ed espulsioni di uomini delle panchine.

Alberto Ducci

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!