MotoGP, i pilota Honda puntano alla vittoria

MotoGP, voglia di vincere – Dopo il dominio nei test invernali e le due vittorie in tre Gp disputati, anche qui in Francia la Honda deve interpretare i ruolo di osservata speciale. Grazie ad una moto in grado di spiazzare la concorrenza (celeberrimo il cambio in stile F1) ed una rosa di piloti di assoluto talento, la casa giapponese punta ovviamente alla vittoria consolidando ancora di più la leadership in campionato. Lo stesso Pedrosa, dopo il bellissimo trionfo all’Estoril, spera di ripetersi: “Dopo l’operazione, è stato un grande sollievo sentirsi bene sulla moto e questo mi fa vedere le cose in modo diverso. Le Mans sarà, come sempre, un week-end impegnativo e difficile. Dobbiamo sfruttare al meglio le sessioni di prove per preparare bene la moto e trovare una buona stabilità. La gara sarà lunga ed è fondamentale non commettere errori

Parla Stoner – Ma oltre al redivivo Pedrosa bisogna tenere d’occhio anche Casey Stoner, affamato di successi dopo due gare in cui non è riuscito a lottare per il gradino più alto del podio: “Ho sempre fatto dei discreti risultati a Le Mans, ma mai esaltanti. Occorrerà lavorare bene in prova per trovare il giusto set-up della moto: la Honda dovrebbe lavorare bene su questa pista, sono fiducioso e non vedo l’ora di correre” Inoltre l’australiano ritorna anche sull’ultima scaramuccia con Rossi nei test: “E’ vero c’è stato un episodio tra noi. Avevo finito di spingere, poi è passato Rossi e ho deciso di seguirlo per studiarlo un po’. Alla staccata Valentino ha frenato prima di quanto mi aspettassi e io arrivavo un po’ troppo forte, così sono andato lungo e l’ho portato fuori traiettoria. In effetti lui ha perso il giro, ma non l’ho fatto appostaNessuna ripicca o vendetta di nessun tipo, bensì un semplice errore di calcolo.

Rivalsa Simoncelli – Infine non si può certo scordare un’altro protagonista del mondiale: Marco Simoncelli. La fantastica prestazione in Portogallo (a parte la caduta in gara) ha portato il pilota italiano nella ristretta cerchia dei Top-driver ed ovviamente ci si aspetta una prestazione di altissimo livello: “Oggi sono carico e desideroso di poter riscattare la gara portoghese. Il test del lunedì è stato utile ed importante in vista di questo quarto appuntamento del mondiale. Sono sempre più convinto di poter stare con i migliori e poter centrare un risultato di prestigio e darò il massimo per farlo” La casa dell’ala è pronta a dominare le posizione più importanti della classe regina, ma Yamaha e Ducati non si vorranno arrendere molto facilmente.

Riccardo Cangini