Enrico Brignano e i Fratelli Detective

A Domenica 5 Claudio Brachino chiacchiera con il comico romano in attesa della nuova fiction Mediaset. Mancano poco più di 24 ore all’inizio della nuova fiction intitolata ‘Fratelli Detective’ e nella promozione l’attore di spicco, Enrico Brignano, si ferma nel salotto di ‘Domenica 5’ e viene intervistato da Claudio Brachino. Impariamo così che Enrico è a dieta. Il comico scherzandoci su, riesce a parare l’‘attacco’ di Brachino che invece tenta di fargli confessare di aver mangiato molto, anche troppo, all’interno della mensa degli studi. Subito dopo inizia un filmato che ripercorre il passato e così veniamo a sapere delle sue buone pagelle a scuola e delle sgridate che prendeva perché era un gran disturbatore in classe per via della sua chiacchiera. Enrico si commuove nel rivedere il video dell’intervista di sua mamma. I suoi genitori sono tutto e incalzato dalla domanda del giornalista padrone di casa è sempre lui ad ammettere che essi hanno ‘marcato il passo del cammino dell’attore comico’.

Enrico rimane nello studio e oltrepassa ben tre stacchi pubblicitari. La sua presenza è divertente e rende tutto molto frizzante. Lo stesso Brachino ride come un matto e le troppe risate lo fanno addirittura piangere. Nel secondo micro blocco l’attenzione è focalizzata di più su Roma e sulla romanità, ma è difficile arginare un comico così istrionico. In collegamento da Roma interviene però Serena Autieri che si complimenta con il collega e afferma: ‘E’ un grande dono lavorare con Enrico. È un grande comico ma soprattutto per me è un  grande amico… quello che sta avendo ora nella sua vita se lo è conquistato con grande lavoro, fatica e amore’ e conclude dicendo ‘ci ho lavorato molto bene’.

Nel terzo blocco arrivano gli altri interpreti della fiction ‘Fratelli Detective’. Il piccolo Marco Todisco annuncia che per sei puntate da domani sera alle 21:10 andrà in onda la nuova fiction. Brachino manda in onda un mini filmato riassuntivo ed interroga Brignano sul rapporto di parentela fra i due. ‘La fiction tratta la cronaca nera in un modo totalmente diverso da tutti gli altri, c’è una umanità diversa e una narrazione tutta particolare’. Un altro modo di presentare il giallo in televisione ‘rispetto alla pesante morbosità vista negli ultimi tempi’.

Alessandra Solmi