Elezioni amministrative 2011: tutti i risultati in tempo reale

Elezioni amministrative 2011: seggi chiusi. Hanno chiuso alle ore 15 i seggi delle oltre 13 mila sezioni elettorali per le elezioni amministrative che hanno interessato, nelle giornate di ieri e di oggi, circa 13 milioni di italiani. Si è votato per l’elezione del presidente e del consiglio provinciale di 11 province, del sindaco e del consiglio comunale di 1.315 comuni, tra i quali sette capoluoghi di regione (Torino, Milano, Trieste, Bologna, Napoli, Catanzaro, Cagliari). I seggi sono rimasti aperti per tutta la giornata di domenica 15 maggio, dalle 8 alle 22, e oggi, lunedì 16, dalle ore 7 alle ore 15.

I dati in tempo reale. Il Ministero dell’Interno ha allestito delle sezioni sul proprio portale web per consentire di seguire in tempo reale tutti i risultati della tornata elettorale. Dato il probabile intasamento del sito, il Viminale ha predisposto più gruppi di pagine all’interno del proprio portale (www.interno.it). Per quanto riguarda i dati diffusi, il Ministero ha chiarito che essi “si riferiscono alle comunicazioni pervenute dai Comuni, tramite le prefetture, e non rivestono, pertanto, carattere di ufficialità. La proclamazione ufficiale degli eletti è prerogativa degli uffici elettorali territorialmente competenti. La ripartizione dei seggi e l’individuazione degli eletti non tengono conto di eventuali ‘opzioni’ incompatibilità e surroghe”. Sono esclusi dalle rilevazioni i dati inerenti gli enti locali del Friuli-Venezia Giulia, che hanno diffusione autonoma da parte dell’istituzione regionale e non sono quindi diffusi dal Viminale.

Intention poll: Fassino vince senza ballottaggio. Sono stati intanto diffusi da Sky gli ‘intention poll‘ riguardanti i quattro principali comuni capoluogo chiamati a designare il nuovo sindaco. Per Napoli la corsa è a tre: Gianni Lettieri (centrodestra) è dato al 41%, Mario Morcone (Pd) al 25% e Luigi De Magistris (Idv e Fds) al 21%. A Bologna Virginio Merola (centrosinistra) viene dato al 50%, mentre Manes Bernardini (centrodestra) sarebbe ferma a quota 31%. A Milano, città decisiva per decifrare lo stato di salute dell’esecutivo, il sindaco uscente Letizia Moratti (centrodestra) è dato al 47,5%, mentre Giuliano Pisapia (centrosinistra) al 43%. Solo Torino, secondo gli ‘intention poll’ potrebbe evitare di ricorrere al ballottaggio: Piero Fassino (centrosinistra) con il 52% staccherebbe di quasi 20 punti percentuali Michele Coppola, fermo al 33%.

R. E.