Raphael Gualazzi: secondo posto per lui all’Eurovision Song Contest

Raphael Gualazzi all'EurofestivalRaphael Gualazzi– L’Italia sorride sulle note di Raphael Gualazzi, giovane talento della musica italiana, classe 1981. Reso noto ai più dalla partecipazione al Festival di Sanremo nel 2011, qui il giovane di Urbino fa una bella scorpacciata di premi. Il suo brano, “Follia d’amore“, vince la categoria Giovani, il Premio della Critica “Mia Martini”, il Premio della Sala Stampa Radio e Tv e il Premio Assomusica per la migliore esibizione live tra gli artisti in gara della sezione Giovani. Ma a quanto pare Raphael non si accontenta e conquista l’Europa all’ Eurovision Song Contest, dove sale sul secondo gradino del podio.

Eurovision Song Contest– L’Eurofestival, nome con il quale è conosciuta la manifestazione nel nostro paese, è un concorso musicale nato nel 1956 organizzato dall’Unione Europea di Radiodiffusione. L’Italia può vantare sono due vittorie in questa competizione: una nel 1964, con la voce della sedicenne Gigliola Cinquetti a Copenaghen, l’altra nel 1990 a Zagabria con Toto Cutugno . Dopo una lunga assenza, ben tredici anni, il nostro paese rientra alla grande all’edizione di Dusseldorf, grazie al trentenne urbinate, secondo dopo il duo Ell/Nikki dell’Azerbaijan e davanti allo svedese Eric Saade. Il cantante, anche ottimo pianista, ha sedotto il pubblico tedesco con una versione rivista di “Madness of love“.

Classifiche– La vittoria di Gualazzi è un risultato decisamente prestigioso, e non solo in virtù del secondo posto conquistato, ma anche in termini di audience. Lo sottolinea Caterina Caselli, produttrice del giovane, che pone l’accento sulla difficoltà degli artisti nostrani nel superare i confini nazionali e dell’ottimo trampolino di lancio che per loro l’Eurofestival rappresenta. Non a caso oggi Raphael Gualazzi sta scalando le classifiche  tedesche col suo album “Reality & Fantasy”, è al quarto posto nelle classifiche Amazon e nella top ten su iTunes Germania. Già negli scorsi mesi, peraltro, il talento made in Italy aveva fatto parlare di sé in Francia, dove ha scalato l’air play di alcuni network.

Maria Serena Ranieri