Sampdoria, per la rinascita arriva Sensibile

Sensibile, Sampdoria – La sciagurata stagione dei blucerchiati si è appena conclusa (o meglio, manca ancora l’ultima inutile partita) e già la Sampdoria guarda avanti, al prossimo campionato che disputerà nella serie cadetta. L’intenzione, non certamente velata, è quella di risalire subito in Serie A e allora ecco il primo probabile acquisto: non si tratta di un calciatore ma di un dirigente, Pasquale Sensibile. Attualmente al Novara, Sensibile ha battuto la concorrenza di Sabatini, che dovrebbe approdare a Roma, sponda giallorossa.

Rifondazione – La rinascita parte dalla testa. Via Guastoni, commercialista milanese della famiglia Garrone, arriva Sensibile come nuovo direttore sportivo. Bruciate le candidature di Sabatini, Sogliano e Sartori. Impegnato col suo Novara nei playoff validi per l’accesso in Serie A, Sensibile sembra essere l’uomo giusto per far tornare grande la Sampdoria. In realtà Sabatini sarebbe stata la prima scelta, ma pare che sia destinato a raggiungere Roma nella prossima stagione, a meno di stravolgimenti dettati dalle polemiche esplose nella capitale. Altro nome caldo è quello di Sartori: ex sampdoriano, è stato uno degli artefici del miracolo Chievo, contenendo i costi senza sminuire il livello tecnico della squadra. Infine Sogliano, ds del Vicenza, è molto vicino a spostarsi a Palermo.

Primo passo – E’ chiaro che questo è solo il primo passo verso una società da ridisegnare e una squadra da rifondare. Già, la rosa. Questo è uno dei nodi più grossi da sciogliere: chi resterà il prossimo anno in blucerchiato e chi abbandonerà la squadra? Si attenderà l’estate per definire meglio la situazione, intanto sembra che Ziegler sia in odore di lasciare la Samp in favore della Juventus, mentre per la panchina si fa il nome di Delio Rossi. Staremo a vedere.

Rosario Amico