Dal 20 al 24 maggio si svolge a Venezia l’ottava edizione del VideoConcorso Pasinetti

Circa sessanta i cortometraggi e i mediometraggi in concorso al festival veneziano – A partire da venerdì 20 maggio verranno proiettati a Venezia i cortometraggi e i micrometraggi in concorso all’ottava edizione del VideoConcorso Francesco Pasinetti. Circa sessanta opere sono state selezionate tra gli oltre trecento video inviati dall’Italia e dall’estero e verranno mostrate al pubblico presso diverse strutture della città come ad esempio l’Auditorium Santa Margherita, la Casa del Cinema, il Teatro ai Frari o l’isola della Certosa.

L’assessore comunale alle Attività culturali, Tiziana Agostini, ha spiegato nel presentare ufficialmente la rassegna: “Nell’anno in cui ricorre il centenario della nascita di Francesco Pasinetti e nella città che ha fatto del cinema una delle sue identità. Come Amministrazione comunale siamo onorati di poter promuovere un concorso che offre ai giovani l’occasione per esprimersi artisticamente”. Tutti gli studenti delle scuole medie superiori, delle accademie e delle università hanno la possibilità di partecipare alla manifestazioni.
L’ottava edizione si articola in diverse sezioni: I giovani raccontano gli anziani, Il lavoro: ieri e oggi, Adolescenza: come sopravvivere?, e Venezia, una città.

Il VideoConcorso Pasinetti ha saputo consalidarsi nel tempo ed è diventato un appuntamento fisso per la città, essendo in grado di attirare anche il pubblico più giovane e coinvolgerlo nell’esprimere il proprio talento artistico.
Il festival, che quest’anno si pregia anche della Medaglia del Presidente della Repubblica, si svolgerà fino a sabato 4 giugno. Ogni serata sarà dedicata ad una delle sezioni, mentre la premiazione si terrà martedì 24 maggio a Santa Margherita. Tra le tante novità di questa edizione, la sezione Corti in corto che si propone di analizzare e illustrare, attraverso lo strumento video e la scrittura (le Corti in racconto), il nucleo urbanistico più interessante e forse più antico di Venezia, ovvero la corte.
Il calendario e tutte le informazioni relative alle proiezioni si possono consultare sul sito internet ufficiale del festival.

Beatrice Pagan