Lady Gaga: le donne che vanno a letto con i potenti della politica fanno bene ad approfittarne

Tutto nasce da u verso delle ultime canzoni della cantante più popolare al mondo. Ecco una Lady Gaga che forse in pochi si aspettano. Ebbene si siamo abituati alle sue provocazioni ma questa forse supera ogni limite. Tutto nasce da un verso di una delle ultime canzoni intitolata ‘Government Hooker’ che in italiano potrebbe essere tradotto con ‘prostituta di governo’. La cantante afferma infatti ‘I love you Papito’. Un verso alquanto particolare. Per caso Lady Gaga segue la politica italiana? Beh alla domanda del giornalista la risposta sembra essere affermativa. L’argomento viene poi approfondito. Non scopriamo in realtà il motivo di tale interesse, ma scopriamo che almeno parte della curiosità è dovuta ad una semplicissima domanda: ‘Ho sempre avuto la curiosità di sapere che cosa pensano, in quei momenti, le donne che vanno a letto con gli uomini potenti’.

L’intervista di ‘Vanity Fair’ continua e così possiamo scoprire e leggere nuove ed interessanti dichiarazioni. Lady Gaga non disprezza e non ammira queste persone, ma pensa che esse possano sfruttare l’occasione a loro favore nel migliore dei modi. Proseguendo la canzone dice: ‘Mettimi le mani addosso, John Fitzgerald Kennedy’ e in merito a questo verso Lady Gaga spiega il suo intento ed afferma: ‘Ho immaginato a come Marilyn potesse sentirsi. Onnipotente o sfruttata? Non lo so. Ma vorrei che le donne si sentissero sempre forti’. Quest’ultimo concetto è estremamente nobile e se non ci si sofferma solo alle prime frasi, ma si cerca di capire e scavare per scoprirne il vero significato si arriva ad un messaggio di vero e puro ‘Girl Power’, un messaggio espresso sì con toni forti e che per via di questo motivo può essere frainteso immediatamente, ma se puoi lo si spoglia della pura attualità e lo si prende nelle sue parti lo si riesce a capire meglio.

Il numero di ‘Vanity Fair’ in edicola da oggi parla di questo e di molto altro. Lady Germanotta ha rilasciato una sorprendente intervista esclusiva e il polverone che potrà sollevarsi è quasi garantito. Per sapere qualcosa in più dell’intervista è bene dire come sia stata effettuata a Cannes la stessa sera in cui è stato inaugurato il Festival. Proprio in questa occasione l’argomento è quindi virato sulla passione per il cinema e sul suo regista preferito: Martin Scorsese. Lady Gaga non perde però l’occasione per sottolineare le sue origini italiane e il suo amore per il nostro paese tanto che mostra l’anello di suo nonno paterno scomparso da pochissimi mesi. Lady Gaga ha lo spazio di parlare anche di se e da alcuni racconti possiamo capire meglio cosa si nasconde dietro al suo pensiero espresso in precedenza. Racconta infatti che una volta dei ragazzi la buttarono in un bidone della spazzatura poi aggiunge che sul suo armadietto a scuola c’erano sempre scritti insulti. Un passato difficile. Le altre ragazze parlavano male di lei in quanto ‘Dicevano che ero dentona, nasona. Ma a me il mio naso piace. E’ forte, è italiano’. Ecco perché, forse, le donne devono essere sempre forti e trovare il lato positivo e il potere che può derivare da certe situazioni. La sua dichiarazione riguardante il naso continua dicendo: ‘Un’altra ragazza magari sarebbe andata a cambiarselo. Io cambio tutti i giorni pettinatura, trucco e unghie. Molto più divertente che andare dal chirurgo! Ecco, magari, dopo che avrò avuto un figlio, mi rifarò il seno’. Ecco la vera forza di Lady Gaga, la stessa forza che dovrebbero avere tutte le donne; andare avanti nonostante le difficoltà facendo del proprio meglio per emergere.

Alessandra Solmi