Andrea Ronchi lascia la presidenza nazionale di Fli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:56

L’emorragia nel partito di Gianfranco Fini potrebbe presto riprendere il suo corso. E’ questo il sentore nel quartiere generale di Fli, dove ieri il presidente dell’Assemblea nazionale, Andrea Ronchi, ha indirizzato una lettera a Italo Bocchino per informarlo della sua decisione di lasciare l’incarico. Una scelta che in molti davano ormai come inevitabile, in considerazione delle insofferenze tradite dallo stesso Ronchi e da Adolfo Urso all’interno dello schieramento ormai da molto tempo. A far traboccare il vaso sarebbe stata la decisione ufficializzata ieri dal Terzo Polo di non voler sostenere (apertamente) nessuno dei candidati sindaci ai ballottaggi. Una scelta non condivisa da Ronchi, che ha più volte rimarcato l’opportunità di sponsorizzare Letizia Moratti a Milano.

Ronchi dimissionario – Con una lettera, indirizzata a Italo Bocchino, Andrea Ronchi ha ieri deciso di dire addio all’incarico di presidente dell’Assemblea nazionale di Fli. Una decisione irrevocabile – a detta dello stesso finiano – che potrebbe rappresentare la prima stazione di una via crucis che porterà Ronchi a rientrare nello schieramento di Silvio Berlusconi. Insieme ad Adolfo Urso, l’ex ministro delle Politiche comunitarie aveva più volte manifestato il proprio dissenso per la linea politica adottata da Fli, puntando ripetutamente l’indice contro i colleghi più “sanguigni”: Carmelo Briguglio, Fabio Granata e Italo Bocchino.

Verso il Pdl? – Un’insofferenza, la loro, che il leader Gianfranco Fini aveva colto e che lo aveva spinto a confortare le “colombe”, affidando loro incarichi di prestigio all’interno del partito, come quello a cui Andrea Ronchi ha ieri deciso di rinunciare. Difficile capire cosa effettivamente la decisione dell’ex ministro significhi. E comprendere fino a che punto questo possa essere letto come l’anticipazione del divorzio. In molti sostengono che il riavvicinamento di Ronchi al Pdl sia ormai questione di ore e del resto è stato lo stesso ministro della Difesa, Ignazio La Russa, ad ammettere che prestissimo potrebbe incontrare l’ex compagno di An. “Ho sentito Ronchi – ha detto La Russa – abbiamo ipotizzato che nei prossimi giorni ci si possa incontrare“.

Granata: Resti con noi – Intanto a farsi carico delle prime reazioni all’interno di Fli è stato ieri Fabio Granata, cheai microfoni di Radio 2 – ha detto: “Urso e Ronchi torneranno nel Pdl? Se li può far stare tranquilli ci vadano pure. A loro dico però di restare con noi, per rimanere tutti insieme uniti contro Berlusconi e il Pdl. Se resteranno in Fli – ha insistito Granata – faranno le coscienze critiche del partito”. Altrimenti – sembra essere la conclusione di Granata – ce ne faremo una ragione.

Maria Saporito