Ciclismo, Giro d’Italia: 13^ tappa a Rujano ma Contador è super

Ciclismo, Giro d’Italia – La notizia del giorno non è la vittoria da parte di Rujano di una tappa faticosissima quanto le dichiarazioni di Alberto Contador che al termine ha dichiarato di aver faticato molto. Il che lo riporta sulla Terra dall’Olimpo dei ciclisti su cui l’avevamo immaginato. Eppure, nonostante la sofferenza in una tappa di montagna durissima, la prestazione di Contador è stata eccellente, ha dimostrato di avere una marcia in più di tutti.

Sudore – “Ho sofferto tantissimo però ne è valsa la pena. Quando ha attaccato Scarponi e si è mosso Rujano mi sono detto: ’Oggi è un giorno importante per la classifica’. E ho deciso di partire“. Parole e musica di Alberto Contador che nonostante l’ulteriore dimostrazione di forza non si sente già vincitore: “non mi sentirete mai dire che ho già vinto. Manca ancora troppa strada…“. Male gli italiani, Scarponi solo settimo, l’unico in grado di provarci fino alla fine, Nibali ottavo, Carrara quattordicesimo. Ma nessuno, al momento ha il passo di Contador.

Cambio percorso – In classifica generale Contador da un’ulteriore robusta spallata alla classifica, staccando Nibali, ora secondo, di 3’09” e Scarponi in terza posizione a 3’16”. Per domani c’è una novità: il percorso è stato modificato per motivi di sicurezza e i corridori eviteranno la discesa sul Crostis. Gli organizzatori avevano sistemato dei materassi lungo la discesa, ma la pressione delle squadre è stata forte e la Giuria ha optato per un cambio di percorso che verrà comunicato nelle prossime ore. “Il Collegio dei Commissari prende la decisione di non autorizzare lo svolgimento della tappa nella sua interezza così come definita nella Guida Tecnica del Giro. La salita di Monte Crostis e la conseguente discesa vengono eliminate dal percorso“, questo uno stralcio del comunicato.

Rosario Amico