Torino: morto il neoeletto consigliere Domenico Coppola, al suo posto un terzo Coppola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:12

Morto a soli due giorni dall’elezione. Era stato accusato dal centrodestra torinese di aver creato una lista farlocca al solo fine di rubare voti a Michele Coppola, il candidato di Lega e Pdl col suo stesso cognome. Ma Domenico Coppola era andato comunque avanti, candidandosi a sindaco del capoluogo piemontese per una coalizione di liste che comprendeva, tra le altre, Lega Padana, Forza Nuova e Forza Toro, riuscendo addirittura a farsi eleggere al consiglio comunale. La gioia, però, è durata poco: Domenico Coppola è morto la notte scorsa, probabilmente in seguito a un ictus fulminante, nella sua abitazione torinese.

Una morte improvvisa. L’appena eletto consigliere comunale aveva festeggiato proprio ieri sera la sua nomina, rincasando alle 23,30 senza accusare alcun disturbo. Nella notte, verso le 3, ha cominciato a lamentare un forte mal di testa che ha richiesto l’intervento dei sanitari. All’arrivo dell’ambulanza non c’è stato, però, più nulla da fare. “Il nostro Domenico – ricorda Renzo Rabellino, politico torinese assai vicino a Coppola – non era un personaggio finto: lavorava con noi da sette anni, aveva fatto il consigliere di circoscrizione e l’assessore al bilancio al comune di Sambuco. Una bravissima persona, di un’umanità incredibile, tecnicamente preparatissimo su temi delicati come la lotta al signoraggio bancario”.

Entra ora in gioco un terzo Coppola. A Domenico Coppola, morto a soli due giorni di distanza dall’elezione a consigliere comunale di Torino, potrebbe subentrare un altro Coppola. Denis Stefano Martucci, detto Coppola (come certificano i documenti ufficiali depositati per la presentazione della candidatura alle elezioni), con 25 voti, è infatti il primo dei non eletti della lista ”Domenico Coppola Sindaco”. Un cognome e tre destini.

Raffaele Emiliano