Pisapia sventa furto d’auto: Questa è la sicurezza della Moratti

La migliore risposta a Letizia Moratti. Accusato ingiustamente dal sindaco di Milano di aver favorito un furto d’auto negli anni Settanta, Giuliano Pisapia, candidato per il centrosinistra alla guida del capoluogo lombardo, ha invece sventato oggi il furto di un automobile e una tentata rapina. Mentre passava con l’auto in via Vincenzo Monti insieme al suo staff, Pisapia ha sentito una donna urlare e chiedere aiuto e si è precipitato con i suoi collaboratori, i quali hanno raccontato che, vedendo la signora che tentava di far scendere un uomo da un’utilitaria, inizialmente hanno pensato che si trattasse di una lite fra fidanzati. Ma son bastati pochi istanti per capire che l’uomo, un trentenne visibilmente alterato, le aveva sottratto la borsa, era salito in auto e cercava di rubarle anche la vettura.

Lieto fine. La tentata rapina si è conclusa con l’arresto del malvivente, un 36enne tossicodipendente, da parte della polizia. L’uomo, dopo essere riuscito a divincolarsi dal capannello di cittadini che ne ha bloccato l’azione, è fuggito ma è stato bloccato in una traversa di via Vincenzo Monti da una pattuglia di motociclisti, le ‘Nibbio’. Secondo quanto si apprende, la vittima, di 46 anni, stava andando a lavoro ed era appena scesa dalla sua utilitaria per citofonare, quando lo sconosciuto ha cercato di portargliela via.

Pisapia: Questa è la sicurezza della Moratti. “Io e i miei volontari siamo intervenuti quando abbiamo visto una signora aggredita che rischiava di essere soffocata dalla violenza di un giovane che voleva rubarle la macchina e la borsa”, ha spiegato Pisapia. “È stata una cosa abbastanza dura perché abbiamo dovuto bloccare l’aggressore. Poi abbiamo tranquillizzato la signora che pare sia stata morsicata, oltre ad avere il collo dolente e un vero terrore. Questo è avvenuto in pieno centro. Immaginate cosa si può dire a chi dice di aver lavorato per la sicurezza dei cittadini in questi cinque anni“, ha detto riguardo al sindaco uscente. “La sicurezza viene usata come bandiera ideologica, ma la giunta Moratti non ha dato ascolto alla voce di coloro che ogni giorno operano su questo fronte”.

R. E.