Salsa di pomodoro, riduce il colesterolo del 10%

Il pomodoro abbassa il colesterolo. Si sapeva che il pomodoro è utile contro alcuni tipi di cancro e che questo ortaggio protegge dalle malattie cardiovascolari e rafforza le ossa. Ma non solo, sono stati scoperti nuovi benefici che questo alimenti porta alla salute. I ricercatori dell’Università di Adelaide, in Australia, diretti dalla dottoressa Karin Ried, hanno scoperto infatti che i pomodori sono validi alleati anche contro il colesterolo cattivo (LDL) e la pressione alta. In particolare, la salsa di pomodoro contiene un alto contenuto di licopene, una molecola antiossidante che conferisce quel bel colore intenso rosso alla frutta e alla verdura, e che risulterebbe fondamentale per il nostro organismo.

Il licopene potente come un farmaco. Il segreto del pomodoro sta appunto nel suo antiossidante licopene che, quando entra nell’organismo, riduce il colesterolo LDL, regola la pressione arteriosa e favorisce il cuore e i sistemi collegati. Questa sostanza naturale è talmente forte da poter essere comparata alle statine, che sono i farmaci più comuni usati per contrastare questo classico disturbo. Gli esperti di Adelaide hanno esaminato 14 ricerche di genere condotte negli ultimi 15 anni ed è emerso che “se si assumono 25 mg o più di licopene al giorno, questo può ridurre il colesterolo LDL fino al 10%“. Certo le dosi sono esagerate, perché questi 25 milligrammi sono contenuti quasi in un litro e mezzo di succo di pomodoro o in 50 grammi di concentrato. “Consiglio di usare il concentrato di pomodoro. E’ molto ricco in licopene, ed è comodo per condire la pasta o preparare una pizza o un drink”, ha commentato il ricercatore Karin Ried.

Le proprietà del pomodoro. Il pomodoro è uno degli ortaggi più consumati al mondo e colora di rosso una miriade di piatti della cucina mediterranea. Buono e gustoso, il pomodoro racchiude in se moltissime virtù e proprietà salutari. E’ un alimento sano, rinfrescante, nutritivo e molto importante per la nostra salute: è ricco di Vitamina A e ha discreti quantitativi di vitamine B1, B2, PP e C; è ricchissimo di sali minerali (potassio, calcio, fosforo, ferro, sodio e zinco). Questo ortaggio permette di combattere le infezioni, di ridurre la pressione sanguigna, di rinforzare il sistema immunitario, di eliminare l’acido urico e di ridurre il rischio di infarto.

Adriana Ruggeri