Ciclismo, Giro d’Italia: 18^ tappa a Capecchi, bene Pinotti

Ciclismo, Giro d’Italia – Alle 13.25 sono partiti da Morbegno 162 corridori per la tappa di oggi che è la 18^ del Giro d’Italia. Tappa prevalentemente pianeggiante, buona per una possibile fuga. Ieri il Giro ha vissuto una delle sue giornate più intense con le polemiche vibranti tra Ulissi e Visconti, oggi invece animi molto più sereni e tappa che ha vissuto i suoi momenti più esaltanti nel finale.

La tappa – L’inizio corsa è sonnolento, per i primi 32 km il gruppo rimane compatto e non succede quasi nulla mentre si costeggia la Valtellina. Solo giunti a Bergamo Alta qualcosa si muove: il gruppo si stacca in più tronconi con 17 corridori in fuga. Tra questi Pinotti, Carrara, Brambilla, Capecchi, Tiralongo, Gatto e Cataldo. Poco dopo, in sei allungano ancora accumulando 4’29” sul gruppo maglia rosa: Capecchi, Pinotti, Brambilla, Pineau, Seeldrayers, Downing. Dal gruppo, nel frattempo, prova ad uscire Visconti mentre lì davanti Pinotti passa per primo sul passo del Ganda precedendo Capecchi e Seeldrayers. Ai -12 la vittoria sembra essere cosa a tre, infatti ai -5 i tre fuggitivi hanno un vantaggio di 1’36”, mentre il gruppo maglia rosa è ben staccato a poco più di sette minuti.

Il finale – Alla fine sarà Capecchi ad alzare le braccia al cielo sul traguardo davanti a Pinotti e Seeldrayers, mentre in classifica generale non c’è nessuno stravolgimento. Contador continua a vestire la maglia rosa con autorità e con un cospicuo vantaggio su Scarponi, ben 4’58”, e su Nibali, terzo, 5’45”. Domani la tappa pianeggiante di oggi lascerà spazio ad un’altra ben più impegnativa, da Bergamo a Macugnaga di 209 km. Percorso nervoso di alta montagna che metterà alla prova i velocisti. Ma intanto, per Contador è un altro giorno in meno verso l’arrivo a Milano.

Rosario Amico