31 maggio, Giornata mondiale senza tabacco

Giornata mondiale senza tabacco. Si svolgerà il prossimo 31 maggio la Giornata mondiale senza tabacco, indetta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che, per il 2011, ha scelto di mettere in evidenza l’importanza della “Convenzione Quadro dell’OMS sul Controllo del Tabacco”, il primo Trattato per il controllo del tabacco che ha avuto l’adesione di oltre 170 Paesi. Per l’occasione, dal 24 al 31 maggio la LILT torna nelle principali piazze italiane per sensibilizzare i cittadini su un tema così importante per la salute di tutti. Un evento che coinvolgerà le 106 Sezioni Provinciali LILT, i 395 punti Prevenzione/Ambulatori e migliaia di volontari per informare, consigliare e distribuire l’utilissima guida sull’argomento e cosa e come fare per smettere di fumare. In cambio di un piccolo contributo, per implementare le attività di prevenzione e non solo, la Lilt propone le shopping bags disegnate da 7 prestigiose firme della moda italiana (Blumarine, Marioboselli, Marella Ferrera, Franco Litrico, Carlo Pignatelli, Roccobarocco, Giuseppe Zanotti Design). Un modo divertente per diffondere ovunque il messaggio per un corretto e sano stile di vita, senza fumo.

La convenzione firmara da 170 Paesi. Dalla lotta al tabagismo nasce la Convenzione Quadro sul Controllo del Tabacco firmata dall’OMS. Il trattato riafferma il diritto di tutte le persone al più alto standard di salute e vincola i Paesi che vi hanno aderito con impegni precisi, tra i quali: proteggere le persone dall’esposizione al fumo di tabacco, informarle dei rischi che corrono in termini di salute, aiutare tutti coloro che vogliono smettere di fumare. È diffusa la coscienza dei danni da fumo, e le statistiche confermano che è un killer silente e pericoloso: il fumo risulta la seconda causa di morte a livello mondiale ed attualmente alle sigarette è attribuibile il decesso di un adulto su dieci. Tuttavia ancora in molti amano le bionde e non rinunciano al vizio.

Le iniziative della LILT. Nei suoi 90 anni di attività la LILT è sempre pronta ad accogliere le richieste di aiuto per smettere con la sigaretta, focalizzando il suo impegno nella lotta al tabagismo con campagne di corretta informazione sui danni alla salute provocati dal fumo. Oltre 60 mila fumatori sono già stati seguiti nei vari centri territoriali, con i Gruppi per la Disassuefazione dal Fumo, con il servizio SOS LILT, dove un’equipe di medici e psicologi fornisce informazioni sui danni del fumo attivo e passivo, indicazioni sui centri specializzati, sviluppa programmi di sostegno telefonico per i fumatori che desiderino smettere. Per informazioni su come smettere di fumare, si può chiamare il numero verde SOS LILT 800-998877 (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00) o consultare il sito www.lilt.it .

Adriana Ruggeri