Gravidanza, troppi grassi favoriscono il diabete nel nascituro

Dieta con tanti grassi favorisce il diabete. L’alimentazione delle donne in gravidanza è fondamentale per la salute del nascituro. E’ necessario seguire un’alimentazione corretta assumendo nella giusta misura tutti i principi nutritivi utili per lo sviluppo del nascituro, facendo particolarmente attenzione ai grassi. L’abuso di grassi infatti aumenterebbe il rischio che il bambino sviluppi il diabete. Lo sostiene uno studio dell’Università dell’Illinois (negli Usa), coordinato dal dottor Yuan-Xiang Pan e pubblicato sul “Journal of Physiology”, secondo il quale una dieta ricca di grassi nei mesi della gestazione potrebbe predisporre il bambino al rischio futuro di diabete. Pare infatti che i grassi in eccesso siano in grado di modificare l’espressione di geni nel fegato del nascituro, provocando una produzione in eccesso di glucosio. Questo processo andrebbe a causare insulino-resistenza e diabete precoce.

La ricerca. L’indagine del team statunitense si è basata su test condotti su topi femmina, incinte e di corporatura varia (obese, sovrappeso e non), divise in due gruppi a regimi alimentari diversi. I roditori del primo gruppo hanno ricevuto una dieta ricca di grassi, quelle del secondo (gruppo di controllo) una dieta bilanciata. Dopo la nascita, i loro cuccioli sono stati analizzati. Ebbene, i topolini del primo gruppo presentavano livelli eccessivi di zucchero nel sangue, circa il doppio di quelle dei colleghi del secondo, indipendentemente dalla corporatura della madre. Ciò sarebbe dovuto, secondo gli esperti, proprio ai grassi assunti in dosi elevate dalla madre durante la gestazione. Questi grassi hanno portato il fegato del nascituro a  una sovrapproduzione di glucosio e, quindi, a un diabete precoce. I ricercatori sottolineano che anche la dieta mediterranea, se arricchita con grassi in percentuale pari al 45%, può influenzare a livello genetico lo sviluppo del fegato del nascituro.

Adriana Ruggeri