F1, Monaco: Vettel vince una intensa ed incerta gara. Secondo Alonso

F1, Gp Monaco – Monaco rimane Monaco. La particolare storia e conformazione di questo tracciato lo hanno reso sin dai tempi più antichi del motosport un appuntamento totalmente diverso rispetto alle altre gare del mondo. Una vera sfida sia per la meccanica delle vettura che, ovviamente, per la concentrazione del pilota costretto ad ingaggiare duelli e difficilissimi sorpassi destreggiandosi nelle strette vie monegasche . Tutti ingredienti in grado di dare vita ad un Gp intenso dall’inizio alla fine, senza mai un attimo di respiro e con l’incognita gomme, pit-stop e Safety Car che hanno più volte rimescolato le carte. Eppure il nome del vincitore è ancora quello di Sebastian Vettel,  nuovamente sul gradino più alto del podio grazie ad un condotta gara da vero campione, costantemente lucido e mai sopraffatto dalle emozioni. Eppure più volte il tedesco si è trovato in difficoltà, prima causa uno sfortunato ingresso della Safety Car che ha annullato tutto il suo prezioso distacco creatosi nei primissimi giri, poi da metà gara pressato perennemente da Alonso su Ferrari e Button su Mclaren, entrambi in posiziondi di vantaggio con gomme più fresche ma mai in grado di dare l’affondo decisivo. Il tedesco infatti ha chiuso sempre ogni porta, rimanendo in testa anche quando la gara è stata sospesa negli ultimi dieci giri causa un incidente che ha visto coinvolte ben tre vetture.

Lotta ed emozioni – Proprio mentre sopraggiungeva il terzetto di testa in piena lotta per la vittoria, Adrian Sutil ha commesso un errore andando ad impattare contro le barriere e perdendo il controllo della vettura. Spaventato da questo avvenimento Hamilton ha frenato, venendo tamponato da Alguersuari che a suo volta è stato tamponato dal russo Petrov (portato all’ospedale per accertamenti).  Lo stop della gara non ha tardato ad arrivare, creando una situazione tanto difficile quanto unica gestita però perfettamente da Sebastian in grado non solo di rimanere in prima posizione alla ripartenza  ma tenendo testa ad un indiavolato Fernando Alonso, negli ultimi dieci giri praticamente in assetto da qualifica a sottolineare tutta la sua indole combattiva. Prestazioni quindi da incorniciare anche per lo spagnolo, bravissimo a recuperare una posizione al via (ai danni di Webber, quarto e lontanissimo dai primi) e rimanere sempre in contatto sia con il campione del mondo in carica che con Button, addirittura superato grazie ad una azzeccata sosta ai box e costringendolo alla terza posizione. Nonostante questo l’inglese della Mclaren può sorridere vista una condotta gara impeccabile con tanto di entusiasmante recupero nella parte centrale della gara che ha permesso la nascita di una inusuale lotta a tre sino alla bandiera a scacchi.

Classifica – Come da tradizione poi non sono mancati gli incidenti. Oltre al fattaccio che ha costretto l’interruzione della gara, anche Felipe Massa si è dovuto ritirare dalla scena dopo un violento impatto contro le barriera all’interno del tunnel, mentre era in lotta con Lewis Hamilton. Il brasiliano ha cercato di resistere alla furiosa (sin troppo) rimonta del pilota Mclaren, andando su una traiettoria sporca e perdendo il controllo della monoposto ad una velocità di 270 chilometri. Episodio che ha portato una penalità ad Hamilton, poi nuovamente artefice di un contatto ai danni del povero Maldonado, ritirato mentre era in ottava posizione. Male anche Schumacher tradito per la prima volta dalla sua Mercedes. Infine notare il quinto posto di Kobayashi, sempre più una garanzia di punti in qualsiasi condizione e pista. L’appuntamento 2011 di Monaco sarà ricordato a lungo da tutti gli appassionati, mentre in classifica generale Vettel approfitta della giornata no di Lewis (sesto) per portare il suo distacco a più di cinquanta punti. Una eternità che chiude quasi la lotta all’iride. In attesa che il cuore torni a battere lentamente, ecco la classifica finale: 1)Sebastian Vettel 2)Fernando Alonso 3)Jenson Button 4)Mark Webber 5)Kamui Kobayashi 6)Lewis Hamilton 7)Adrian Sutil 8)Nick Heidfeld 9)Rubens Barrichello10)Sebastien Buemi 11)Nico Rosberg 12)Paul di Resta 13)Jarno Trulli 14)Heikki Kovalainen 15)Jerome d’Ambrosio.16)Vitantonio Liuzzi 17)Narain Karthikeyan

Riccardo Cangini