Sanremo, madre e figlio bloccati in auto: salvati dai vigili urbani

Tanta paura. Una donna francese di 20 anni e il suo bambino sono rimasti chiusi dentro l’auto sotto il sole. Questa vicenda, che ha ricordato alcuni tristi episodi accaduti di recente sul suolo italiano, è successa ieri a Sanremo. Rimasti dentro la vettura per un probabile guasto al congegno di chiusura, la donna e il piccolo se la sono vista brutta per alcuni minuti, dal momento che la vettura – una Volkswagen Passat – si trovava sotto il sole cocente e la temperatura all’interno dell’abitacolo era in aumento. Per loro fortuna stava passando su piazza degli Eroi una pattuglia di vigili urbani che, resasi subito conto dell’accaduto, ha sfondato un finestrino e ha infine reso liberi i due malcapitati.

Portiere chiuse. A chiudere le portiere della Passat (noleggiata in Francia) sarebbe stato il marito della donna dopo aver parcheggiato, utilizzando in maniera automatica il comando a distanza. Il meccanismo poi non si è disinnescato, neanche intervenendo dall’interno, imprigionando di fatto la donna e il figlio all’interno di un abitacolo in cui la temperatura cresceva in maniera inarrestabile. In un primo tempo la donna, comprensibilmente impaurita, ha tentato di sfondare un vetro a pugni, poi è stata notata da una pattuglia dei vigili urbani. I vigili sono intervenuti e dopo aver rotto un finestrino hanno permesso ai due di uscire dalla vettura. La famiglia ha poi proseguito il proprio viaggio verso Nizza.

Gianluca Bartalucci