15enni scappate da Mantova segnalate a Milano

La fuga nove giorni fa. Sono passati nove giorni da quando due 15enni di Mantova sono scappate di casa. Da allora, nessuna notizia, nessuna chiamata, neanche per informare che stanno bene e che non vogliono essere cercate. Le ragazze sono Tatiana Goi, 15 anni, di Sabbioneta (Mantova), ed Esmeralda Dosti, di nazionalità albanese e residente a Casalmaggiore (Cremona). Le ragazze hanno fatto perdere del tutto le loro tracce esattamente due sabati fa, quando, giunte a scuola, non hanno varcato la soglia. Prima di sparire, Tatiana ed Esmeralda hanno consegnato le sim dei loro cellulari ad una amica. Dopodiché, il silenzio assoluto.

Fuga volontaria e preoccupazione crescente. La sparizione improvvisa e inspiegata delle ragazze fa crescere l’ansia nei loro familiari. L’analisi di tutti gli indizi lascia pensare che quella di Tatiana ed Esmeralda sia una fuga volontaria: le ragazze, infatti, sono scomparse con un migliaio di euro e pare abbiano espresso l’intenzione di voler visitare alcune città italiane: «Andiamo a visitare Reggio Emilia, poi Milano e Roma» avrebbero difatti riferito le due ragazzine all’amica prima di far perdere le loro tracce. Ma il fatto che non si siano fatte vive neanche con una chiamata mette in agitazione i parenti delle 15enni.

Le segnalazioni da Milano. Intanto, agli inquirenti sono arrivate diverse segnalazioni di persone che dicono di aver visto le ragazzine. In particolar modo, insistenti segnalazioni sono arrivate da Milano, dove, pare, Tatiana ed Esmeralda sono state avvistate dai passanti nella stazione di zona Garibaldi.

Angela Liuzzi