PlayEnergy, Jovanotti: “Bello duomo di Firenze, ma anche i pannelli solari”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:02

La cupola del Duomo di Firenze è bellissima, ma lo sono anche i pannelli solari perché rappresentano il futuro. Con un paragone assolutamente originale Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, ha cercato di difendere i pannelli fotovoltaici, spesso bersaglio di coloro i quali li vedono solo come un pugno nell’occhio, un qualcosa che deturpa il paesaggio, ignorando così l’importanza e le potenzialità dell’energia rinnovabile. Il cantante era presente alla cerimonia di premiazione di ‘PlayEnergy’ 2010, il concorso dell’Enel riservato alle scuole italiane e straniere su progetti creativi intorno al tema ‘Sulle tracce dell’energia’. Citando la celebre opera del Brunelleschi, la più grande cupola in muratura mai costruita, Jovanotti ha, quindi, voluto rispondere ai cultori del paesaggio.

Pannelli uguale futuro. “A me – ha spiegato il cantautore – un campo pieno di pannelli solari piace, mi fa pensare al futuro. Magari saranno più brutti della cupola del Brunelleschi, ma mi piacciono perché sono il futuro e perché sono la rappresentazione di un mondo che si sviluppa”. Nel corso della manifestazione ha parlato anche l’ad dell’Enel, Fulvio Conti, che ha evidenziato l’impegno dell’Enel proprio nell’ambito dell’energia sostenibile: “Attualmente – ha detto – il 50% della nostra produzione è senza emissioni, l’obiettivo è arrivare al 100% nel 2050”.

Il progetto. Tra l’autore di Serenata rap e l’Enel è in corso una collaborazione che va al di là di quest’iniziativa. ‘Co2 neutral’, infatti, è il nome del tour del cantante e tutte le emissioni prodotte dai concerti vengono compensate piantando in Africa un numero di alberi sufficiente ad annullarle, di tutto ciò si occupa proprio l’Enel. Nel progetto ‘PlayEnergy’ – si legge in una nota – sono stati coinvolti 460mila studenti di 8.300 istituti italiani ed esteri: tra questi, 125mila ragazzi hanno partecipato al concorso realizzando più di 2.830 progetti. I vincitori italiani sono, per la scuola primaria, la quinta A del Circolo I Pietro Novelli di Monreale, per la secondaria di primo grado tre classi dell’Istituto Giovanni Leva di Travedona Monate (Varese) e per le secondarie di secondo grado la quarta A dell’Istituto d’arte Duccio da Boninsegna di Siena. Hanno ricevuto un premio anche i ragazzi del Liceo Scientifico Tecnologico A. Meucci di Massa Carrara che hanno vinto la quarta edizione del Master PlayEnergy.

Mauro Sedda

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!