Prova costume: trova il modello idoneo al tuo fisico

Prova costume: l’estate è alle porte e, quando la porta si apre, arriva anche la famigerata prova costume. Partendo dal presupposto che tre quarti della popolazione femminile vive con angoscia e tedio il fatidico momento del “denudamento” in spiaggia un piccolo conforto è dato da qualche semplice accorgimento mirato a scegliere il costume più adatto al proprio fisico.
La parola chiave è valorizzare i punti forti del proprio corpo al fine di catalizzare l’attenzione su essi e celare, quanto più possibile, i difetti.

Un classico difetto femminile risiede nella sproporzione tra spalle minute e fianchi abbondanti, il cosiddetto “fisico a forma peroidale”: nessun problema scoprite la parte superiore del corpo priva di adipe magari con un bel reggiseno effetto push up dissimulerete poi i fianchi con uno slip a gonnellina.
Meglio scegliere invece un costume intero, magari molto scollato, se il vostro problema è una coriacea pancetta sporgente e poco tonica che proprio non siete riuscite a sgominare. L’attenzione si concentrerà così sulle gambe e sulle braccia, inoltre il pezzo intero, se di buona fattura, ha un’azione rimodellante utile a contenere il difetto.

Per coloro che, invece, hanno un fisico poco femminile, molto magro e privo di forme è consigliato il trikini in quanto evidenzia, con il suo taglio strategico, le zone femminili più sexy scoprendole con precisione certosina. I vostri fianchi e la curva della vita saranno dunque valorizzati al meglio conferendo alla figura maggiore eleganza e femminilità.
Se siete in sovrappeso, invece, evitate le linee orizzontali, anche la monocromia potrebbe non essere la scelta azzeccata, una fantasia elegante con grandi stampe è la via migliore.

Sconsigliatissimo, nel caso non siate delle valchirie, il pantaloncino che accorcia ancora di più la figura, meglio un due pezzi con lo slip molto sgambato che aiuta a guadagnare qualche centimetro.
Il perizoma, invece, resta un lusso per poche elette.

Valeria Panzeri