Terremoto: due lievi scosse tra L’Aquila e Rieti

Ancora incubo terremoto. La terra torna a tremare, sia pure lievemente, tra Abruzzo e Lazio. Due scosse sismiche sono state avvertite stamani dalla popolazione tra le province dell’Aquila e di Rieti. I sismografi dell’Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) le hanno registrate alle 9,21 con un’intensità di magnitudo 2.5 ed alle 9,41 con magnitudo 2.6 gradi Richter. L’epicentro per entrambe è stato localizzato ad una profondità di poco più di 11 chilometri, alle coordinate 42.571°N, 13.235°E.

Scosse avvertite in vari Comuni. Località prossime all’epicentro, secondo quanto reso noto dal dipartimento della Protezione Civile, sono state Capitignano e Montereale, per l’Abruzzo, Cittareale ed Amatrice, per il Lazio. Le due scosse – avvertite anche nei Comuni di Accumoli (Ri), Borbona (Ri), Posta (Ri), Barete (Aq), Cagnano Amiterno (Aq), Campotosto (Aq), Pizzoli (Aq) e Scoppito (Aq) – erano state precedute da un’altra più lieve (magnitudo 1.1) avvenuta nel corso della notte nel distretto sismico dei Monti Ernici-Simbruini, nella provincia di Frosinone. Dalle verifiche non risultano al momento danni a persone o cose.

R. E.