Google acquista PostRank

Si allarga sempre più la galassia Google, anche di contenuti social.
Il colosso delle ricerche online ha infatti acquistato la canadese PostRank, startup nata nel 2007 che fornisce servizi per il tracciamento della diffusione dei propri contenuti sui principali social network, in particolare Twitter e Facebook. Non sono ancora noti i termini dell’accordo chiuso venerdì, così come non è noto quale sarà il compito del team PostRank una volta unitosi all’azienda acquirente, ma i risultati delle ricerche in Google potrebbero presto arricchirsi di un nuovo elemento, fornendo nuove informazioni agli utenti per selezionare al meglio le pagine migliori tra quelle proposte. Il gigante della ricerca mira, quindi, a guadagnare un posto di rilievo all’interno dei Social Media e, secondo gli operatori del settore, a migliorare Google Analytics.

PostRank. PostRank è un servizio utile ai webmaster per misurare l’engagement di siti web e blog. Tramite Analytics, una delle funzioni principali, è possibile ottenere un resoconto di quanto una determinata pagina sia stata condivisa dagli utenti sui vari portali social, per conoscerne la popolarità sui principali network, mentre Connect è uno strumento con il quale le aziende possono restare in contatto con i propri clienti attraverso la Rete. Con queste funzioni PostRank ha permesso per 4 anni a numerose società di ottimizzare le proprie campagne online, sfruttando il lato social del web.

Il team di lavoro. Come anticipato, non sono trapelati i termini dell’accordo, così come non è noto quale sarà il compito del team PostRank una volta unitosi alla squadra di Google, ma è noto che l’intero gruppo di sviluppatori sarà trasferito al quartier generale di Mountain View, ove potrebbe continuare a lavorare agli strumenti finora realizzati per implementare simili funzionalità nel motore di ricerca più noto al mondo. Ecco quanto affermato dal team di PostRank:
“Sappiamo che dare un senso di social engagement ai dati è fondamentale per il business online” ed ” è per questo che abbiamo lavorato sodo per controllare dove e quando il contenuto genera interazioni significative sul web. Infatti, le conversazioni online sono un segnale importante per gli inserzionisti, i publisher, sviluppatori e consumatori, ma gli strumenti di oggi sfiorano solo la superficie di ciò che pensiamo sia possibile. Siamo orgogliosi di ciò che abbiamo realizzato e siamo ansiosi di lavorare con il team di Google per costruire strumenti più utili per la misurazione online dell’engagement, e siamo sicuri che condivideremo dettagli sui nostri progressi nei prossimi mesi “.

Il lato social di Google. Con questa mossa Google conferma il proprio interesse verso il lato social del Web, un passaggio ormai obbligato per continuare ad essere protagonista indiscusso in Rete. Se l’introduzione del pulsante ‘+1’ e l’integrazione delle attività dei propri amici possono essere visti come i primi due passi, l’acquisto di PostRank rappresenta il terzo, e sicuramente non l’ultimo.

Marco Notari